rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Asl, arriva il voucher per accedere ai servizi di conciliazione famiglia lavoro

Servirà per usufruire di prestazioni da parte di professionisti nella cura di anziani, bambini e disabili

All’interno del piano biennale di conciliazione famiglia lavoro della provincia di Lecco approvato da Regione Lombardia, è contenuto un importante strumento a disposizione delle famiglie del territorio. L'opportunità offerta alle famiglie lecchesi sono i voucher sociali, uno strumento economico utilizzabile per l’acquisto di servizi e prestazioni erogate da “care-giver professionali” per il sostegno alle famiglie negli interventi socio-educativi e socio-assistenziali in situazioni di emergenze e la promozione dell’accesso ai servizi di cura per la prima infanzia e per l’assistenza di familiari anziani o disabili.

Nell'ambito di Lecco possono accedere al bando i lavoratori di un’azienda con sede operativa nel distretto di Lecco e devono essere utilizzati i servizi presenti sul territorio della provincia di Lecco. E’ necessario possedere un’attestazione Isee (secondo i redditi dell'anno 2013) non superiore a 32mila euro e trovarsi in situazione di emergenza per necessità lavorative contemporanee ad esigenza di cura familiare, devono essere presenti nel nucleo familiare minori da 0 a 6 anni o anziani e disabili.

Per la zona di Bellano invece, potranno aderire i l avoratori di un’azienda con sede operativa nel distretto di Bellano, aderente all’alleanza locale in proprio o attraverso un’associazione datoriale, o professionisti iscritto all’albo che mettono in atto politiche di conciliazione famiglia lavoro per i propri dipendenti. Anche qui, i lavoratori devono utilizzare i servizi presenti sul territorio della provincia di Lecco e devono trovarsi in situazioni di emergenza per necessità lavorative contemporanee ad esigenza di cura familiare .Inoltre devono essere presenti nel nucleo familiare minori conviventi da 0 a 6 anni o anziani non autosufficienti o disabili.

Per finire, nell'area di Merate, potranno presentare domanda dipendenti e collaboratori di un’azienda con sede operativa nel distretto di Merate, aderente all’alleanza locale in proprio o attraverso un’associazione datoriale, o professionisti iscritto all’albo e all'associazione di categoria. Il richiedente deve avere un rapporto di parentela entro il terzo grado con il fruitore dei servizi o essere famiglia affidataria, deve utilizzare i servizi presenti sul territorio della provincia di Lecco e deve possedere un’attestazione Isee familiare, non superiore a 45mila euro.

La domanda di accesso al voucher sociale va presentata su apposito modulo debitamente compilato, entro e non oltre il quarantacinquesimo giorno dall’effettuazione della prestazione aggiuntiva utilizzata a seguito dell’urgenza familiare entro e non oltre il 15 luglio 2015 ai servizi sociali d’ambito corso Promessi Sposi 132 a Lecco o all'indirizzo di posta elettronica gestioneassociata@comune.lecco.it (per la documentazione da allegare consultare il sito del Comune o dell'Asl di Lecco); entro e non oltre il 15 luglio alla Comunità montana Valsassina Valvarrone, Val d’Esino e Riviera di via Fornace Merlo 2 di Barzio o all'indirizzo serviziallapersona@valsassina.it (per la documentazione da allegare consultare il sito www.valsassina.it o il sito dell'Asl di Lecco); entro e non oltre il 31 marzo all’azienda speciale Retesalute, piazza Vittorio Veneto 2/3, Merate, o all'indirizzo info@retesalute.net (per la documentazione da allegare consultare il sito www.retesalute.net o il sito dell'Asl di Lecco).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, arriva il voucher per accedere ai servizi di conciliazione famiglia lavoro

LeccoToday è in caricamento