Cronaca Via della Pergola, 73

Associazione Piccole Industrie di Lecco: “Realizzati corsi per oltre 3mila lavoratori”

In una nota del consigliere Oriano Lanfranconi si sottolineano gli importanti risultati conseguiti nell'area formazione dall'associazione industriale lecchese

Martedì 21 ottobre si è tenuto un corso sulla "lean production" nella sede dell'Associazione Piccole Industrie di Lecco a cui hanno partecipato alcuni imprenditori e manager che hanno potuto verificare, grazie all’alternanza di momenti teorici e step pratici, i vantaggi concreti del metodo di fama mondiale esportato da Toyota.

“La lean production – ha spiegato il docente Giuseppe Spagnoli dello Studio Marco Redaelli – consente, grazie ad alcuni concetti chiave, di aumentare la produttività di un’azienda diminuendo i costi ed evitando gli sprechi. Grazie a questa esperienza formativa i presenti hanno sperimentato il netto miglioramento derivato dall’applicazione del metodo Toyota, che potranno così riproporre in azienda”.

I corsi formativi rivolti ai manager continueranno a gennaio con un incontro sul "team building" che, attraverso la metafora delle Frecce tricolori, si pone come obiettivo quello di conoscere il valore di un lavoro in sintonia con gli altri. Con strumenti concreti, l’intervento formativo si propone di lavorare in gruppo per conoscere le motivazioni e il valore di un lavoro in sintonia con gli altri, per stimolare il processo di auto miglioramento e favorire la comunicazione in un lavoro di squadra.

Da sempre i piccoli industriali lecchesi investono sulla formazione grazie al FAPI (Fondo Formazione Pmi) che organizza, per le aziende associate, attività formative gratuite. Nel 2014 l’area formazione di Api Lecco ha infatti formato, senza costi aggiuntivi per le aziende, oltre 3mila lavoratori proponendo e realizzando dei corsi calibrati sulle esigenze dei datori di lavoro e dei loro dipendenti.

Formazione, per l'Associazione, è anche una misura anticrisi: “Mentre infatti, a livello di contenuti, è preponderante il tema della sicurezza sul lavoro, si tratta per lo più di corsi obbligatori, la strategia formativa anticrisi delle imprese sostenute da FAPI si indirizza anche verso le tematiche dell’informatica, dell’innovazione tecnologica e della qualità senza trascurare l’importanza dei processi legati all’internazionalizzazione, fondamentali per la competitività aziendale” ha spiegato Oriano Lanfranconi, Consigliere di Api Lecco con delega alla formazione.

Degli oltre 300 corsi organizzati nel corso dell’anno da Api Lecco, “è importante sottolineare la realizzazione di 35 interventi formativi, su differenti tematiche, rivolti a oltre 300 lavoratori in situazioni di criticità. In vista della ripresa sono infatti fondamentali la riqualificazione e il rinnovamento del sistema di competenze. Inoltre – ha continuato Lanfranconi – proprio in questi giorni sono stati approvati dal Fondo FAPI e sono quindi in fase di programmazione una serie di corsi rivolti ad aziende con oltre 50 addetti. Se l’azienda cambia fisionomia, se i processi produttivi cambiano anche grazie all’innovazione tecnologica, l’imprenditore e tutto il personale devono investire in formazione per migliorare la capacità competitiva dell’impresa. Le aziende, per valorizzare le proprie risorse umane, promuovono corsi che favoriscono una crescita professionale completa attraverso l’aggiornamento e l’incremento di nuove competenze riguardanti le diverse aree aziendali quali informatica, gestionale, internazionalizzazione, qualità, ambiente e sicurezza e produzione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazione Piccole Industrie di Lecco: “Realizzati corsi per oltre 3mila lavoratori”

LeccoToday è in caricamento