Parigi: vicinanza e affetto del comitato “Vive le français”

La solidarietà del'associazione che a Lecco promuove la cultura d'Oltralpe

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Il comitato "Vive le français", profondamente addolorato  e  scosso da quanto accaduto a Parigi venerdì 13 novembre, esprime la propria vicinanza e il proprio affetto  a tutti i Francesi e, in particolare, a quanti sono stati colpiti in prima persona dagli attentati.

Il comitato ricorda che la storia e la civiltà francesi sono state fondamentali per la costruzione di quell'Europa a cui oggi apparteniamo. Vogliamo riaffermare il nostro desiderio, oggi più che mai, di essere promotori della lingua e della cultura francesi nel territorio lecchese, città che conta sulla stima e sull'affetto del Console di Francia, Monsieur  Olivier Brochet, intervenuto telefonicamente alla manifestazione organizzata dalla Giunta comunale domenica 14 novembre contro la violenza dei fatti di Parigi. Monsieur  Olivier Brochet ha avuto modo di conoscere Lecco il 19 novembre 2014, invitato dal comitato, e in occasione del ricordo delle vittime delle stragi a Parigi nel gennaio del 2015, su invito del Sindaco.

Le promotrici continueranno a sostenere la cultura francese e i valori di democrazia e di libertà che essa incarna, nella solidarietà totale e sincera a quanto si sta cercando di fare perché tali fatti non si ripetano più. Speriamo che l'iniziativa disperata e spontanea di venerdì sera a Parigi che ha permesso il fenomeno delle "portes ouvertes" (porte aperte) sia il paradigma di come si può reagire all'orrore e al male.

Il Comitato "Vive le français"
Marie France Briant
Francesca Negrini
Chiara Panzeri
Deborah Dell'Oro

Torna su
LeccoToday è in caricamento