Aziende "svuotate" e conti in Svizzera: arrestati due imprenditori per autoriciclaggio

Le indagini condotte dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Lecco

L'Aston Martin sequestrata a Marco Sarti a settembre

Le indagini del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Lecco - coordinata dal Procuratore Capo Antonio Chiappani e dal sostituto Nicolo Preteroti - che a maggio scorso hanno portato all'arresto del lecchese Marco Sarti per bancarotta fraudolenta, ieri sono arrivate anche ad altri due bergamaschi arrestati per autoriciclaggio. 

Ai domiciliari G.M. di Treviolo e in manette M.B. di Brignano Gera D'Adda, che dovranno rispondere di bancarotta fraudolenta e reati fiscali di varia natura per le due cooperative - con sede legale a Lecco ma con attività in provincia di Bergamo - dichiarate fallite dal tribunale di Lecco.

Secondo le indagini, i due spogliavano le cooperative (che contavano 500 lavoratori), portavano i soldi in Svizzera e li riutilizzavano in Italia attraverso l'acquisto di auto lussuose, orologi Rolex e immobili. In mezzo a tutti questi movimenti, il consulente aziendale, M.S., finito ai domiciliari con braccialetto elettronico.Nei mesi passati, la Procura ha recuperato all'Erario circa 7 milioni di euro, di cui 2 riconducibili all'operazione di ieri, 9 novembre. 

Sequestrati beni della società "Goldo di Marinella" in Sardegna e un appartamento a cui facevano riferimento M.S., suo figlio e i due bergamaschi arrestati. A M.B., inoltre, sono stati sequestrati beni per un milione e mezzo euro, tra cui un Rolex - che si è tolto dal polso al momento dell'arresto - una Jaguar e una villa instestata a una società svizzera e inserita nel circuito di autoriciclaggio. L'operazione si è poi conclusa con altri 100 mila euro bloccati dalla Guardia di Finanza e riconducibili alla moglie indagata come amministratrice di un'altra cooperativa nel Bergamasco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Mapello: tragedia sui binari, uomo muore dopo esser stato investito dal treno

  • Scomparso 25enne residente nel Lecchese, attivate le ricerche

Torna su
LeccoToday è in caricamento