rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Stazione

Baby gang in azione a Lecco, "la giunta Gattinoni fa troppo poco"

L'europarlamentare Angelo Ciocca (Lega) critico dopo i recenti episodi di violenza: "La sicurezza dei nostri giovani viene trascurata"

I fenomeni di violenza di recente verificatisi a Lecco fanno discutere anche fuori dai confini provinciali. Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega noto per la sua ferma posizione contro le aggressioni in città e spesso critico verso la politica di inclusione della sinistra, è intervenuto sul fenomeno delle baby gang a Lecco, esprimendo profonda preoccupazione e sottolineando, a suo giudizio, mancanza di azioni concrete da parte della giunta Gattinoni.

Nell'ultimo episodio di violenza avvenuto, due studenti sono stati brutalmente aggrediti da un gruppo di assalitori, con uno dei ragazzi picchiato a terra per essere derubato.

"Fight club e aggressioni"

"Tra fight club e aggressioni, il diritto allo studio e il diritto a vivere in pace l'adolescenza sono ormai compromessi a Lecco - spiega Ciocca - Questa è la sicurezza della sinistra che non garantisce tranquillità ai nostri giovani studenti. Gli attacchi si susseguono settimana dopo settimana, mentre la sicurezza dei nostri ragazzi viene trascurata. La giunta Gattinoni rimane immobile, concentrata su eventi costosi e iniziative culturali di nicchia, dimenticando le generazioni future", afferma Ciocca.

L'europarlamentare della Lega ribadisce la necessità di interventi immediati e incisivi per contrastare, a suo dire, l'insicurezza crescente a Lecco e garantire un ambiente sicuro e sereno per tutti i cittadini, in particolare per i giovani che devono poter frequentare la scuola senza timori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang in azione a Lecco, "la giunta Gattinoni fa troppo poco"

LeccoToday è in caricamento