menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ballabio, l'ufficio postale non chiuderà

Nessun disagio per gli utenti durante la chiusura temporanea per la ristrutturazione

Buone notizie per i cittadini di Ballabio: la chiusura dell'ufficio postale di  via Mazzini non creerà disagi per gli utenti. A darne annuncio il Sindaco Consonni, che nella serata del 28 settembre, durante la seduta del Consiglio comunale, ha spiegato quale sarà la situazione a partire dall'avvio dei lavori di ristrutturazione della filiale, previsti per il prossimo 7 ottobre, fino al termine degli interventi.

«La direzione delle Poste – spiega il Sindaco – si è messa in contatto con questa amministrazione comunale sin dai primi di settembre, prospettandoci la necessità di una prolungata chiusura allo scopo di eseguire dei lavori di ristrutturazione dei loro uffici. In tutta evidenza il rischio per il paese era quello della interruzione di un servizio pubblico indispensabile, basti pensare alla riscossione delle pensioni. Nel caso non si fosse trovata una soluzione, infatti, le Poste ci avrebbero comunicato il loro trasferimento presso gli uffici postali di Cremeno, ipotesi contro la quale mi sono opposta fermamente e che questa amministrazione ha voluto con forza scongiurare, mettendosi a disposizione della dirigenza delle Poste per reperire una soluzione provvisoria e coinvolgendo diversi attori».

«Da notare – prosegue – la disponibilità offerta dalla Proloco che, da noi interpellata, nella persona del suo presidente Enrico Pissavini, ha messo senza indugio a disposizione la propria sede per la creazione di uno sportello provvisorio. Una proposta che ha convinto i nostri interlocutori sulla possibilità di trovare soluzioni a Ballabio, contando sempre sulla disponibilità e sullo spirito di collaborazione manifestati in paese. L’aiuto decisivo, infine, è arrivato dai titolari del Supermercato Viganò, adiacente all’ufficio postale di Ballabio, i quali hanno consentito alle Poste di usufruire del proprio cortile interno per collocarvi una struttura mobile provvisoria. Tale soluzione, che permette alle Poste un allacciamento delle utenze elettrica e telefonica alla loro sede, è stata ritenuta ottimale dalla dirigenza di Poste Italiane, scongiurando così ogni rischio di sospensione del servizio postale nel nostro comune».

«Ringrazio i responsabili delle Poste – conclude Alessandra Consonni – con cui ho trattato personalmente in questo periodo, gli assessori Bussola e Anna Consonni e gli uffici del Comune per il supporto fornito e la determinante collaborazione dai signori Viganò, titolari dell’attività commerciale che ospiterà in questo periodo l’ufficio postale. Un grazie anche alla Proloco per il pronto appoggio offerto e a tutte i soggetti che, a diversi livelli, sono stati interpellati. Tutti i dettagli sulla nuova operatività dell’ufficio postale verranno in seguito forniti da poste Italiane e dal Comune».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento