rotate-mobile
Cronaca

Bambino cade nel fiume, il padre si tuffa: entrambi rischiano di annegare

Attimi di puro terrore, domenica pomeriggio a Trezzo d'Adda, vicino alla centrale elettrica. Il piccolo avrebbe perso il controllo della propria bici. A salvarli i Vigili del fuoco

Si sono vissuti attimi di puro terrore, domenica pomeriggio a Trezzo d'Adda, vicino alla centrale elettrica.

Un bambino di sette anni in sella a una bicicletta, "scortato" dai genitori per una classica scampagnata nel giorno di festa, ha perso l'equilibrio lungo la ciclabile che costeggia l'Adda, in un tratto in salita, ed è caduto nel fiume.

Immediatamente il padre si è tuffato per salvare il piccolo, traendolo a riva. La corrente, però, lo ha trascinato a sua volta e la moglie si è vista costretta a lanciare l'allarme.

Tutte le foto su Monza Today

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, diverse squadre di sommozzatori e i sanitari del 118 con un'ambulanza da Treviglio e l'elicottero da Bergamo. Il padre è stato ripescato e sottoposto alle cure mediche sul posto: fortunatamente non è stato necessario nemmeno il trasporto in ospedale né per lui né per il bambino, ma entrambi hanno rischiato l'annegamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino cade nel fiume, il padre si tuffa: entrambi rischiano di annegare

LeccoToday è in caricamento