Bambino cade nel fiume, il padre si tuffa: entrambi rischiano di annegare

Attimi di puro terrore, domenica pomeriggio a Trezzo d'Adda, vicino alla centrale elettrica. Il piccolo avrebbe perso il controllo della propria bici. A salvarli i Vigili del fuoco

I soccorsi a Trezzo d'Adda (Foto Bennati/Monza Today)

Si sono vissuti attimi di puro terrore, domenica pomeriggio a Trezzo d'Adda, vicino alla centrale elettrica.

Un bambino di sette anni in sella a una bicicletta, "scortato" dai genitori per una classica scampagnata nel giorno di festa, ha perso l'equilibrio lungo la ciclabile che costeggia l'Adda, in un tratto in salita, ed è caduto nel fiume.

Immediatamente il padre si è tuffato per salvare il piccolo, traendolo a riva. La corrente, però, lo ha trascinato a sua volta e la moglie si è vista costretta a lanciare l'allarme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le foto su Monza Today

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, diverse squadre di sommozzatori e i sanitari del 118 con un'ambulanza da Treviglio e l'elicottero da Bergamo. Il padre è stato ripescato e sottoposto alle cure mediche sul posto: fortunatamente non è stato necessario nemmeno il trasporto in ospedale né per lui né per il bambino, ma entrambi hanno rischiato l'annegamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento