menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport, dalla Regione quattro milioni di euro per riqualificare gli impianti pubblici

L'assessore Rossi: "Fino a qualche anno fa eravamo all'avanguardia, ora servono interventi seri"

Ammonta a quattro milioni e mezzo di euro il fondo che la Regione ha stanziato per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi pubblici. 

È di questi giorni, infatti, la pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale di Regione Lombardia: una iniziativa che, per l'assessore allo sport Antonio Rossi «Testimonia la concreta attenzione di Regione Lombardia al mondo dello sport».

«Grazie a questo bando - Rossi - mettiamo a disposizione di Province, Comuni e Città metropolitane, Comunità montane e Unione di Comuni, che siano proprietari di queste strutture, una dotazione che dispone di 2,25 milioni nel 2016 e altrettanti nel 2017». 

«L'impiantistica sportiva in questo Paese rimane un problema - sottolinea l'assessore - Fino a qualche anno fa eravamo all'avanguardia, ma ora, invece, servono interventi seri di adeguamento e di ammodernamento. In Lombardia ci sono 20mila impianti e almeno il 60% di questi avrebbe bisogno di lavori di manutenzione e di messa a norma. Per questo, come Regione, abbiamo deciso di intervenire e, da quando ci siamo insediati, abbiamo già realizzato tre bandi a favore dell'impiantistica sportiva pubblica. Avere impianti moderni e adatti alla pratica motoria e sportiva è una nostra priorità». 

«Abbiamo tracciato per il prossimo triennio - continua l'assessore - un programma chiaro per sostenere il settore impiantistico con le risorse a nostra disposizione e che purtroppo, di anno in anno, si riducono a causa dei continui tagli dello Stato Centrale. In particolare, con questo bando, abbiamo sostenuto prioritariamente le strutture sportive scoperte premiando quelle virtuose che dimostrano attenzione alla sostenibilità gestionale e al risparmio energetico con conseguente minor inquinamento atmosferico» 

«Credo sia importante - conclude Antonio Rossi - non solo riammodernare e rendere agibile l'impianto sportivo, ma anche pensare alla sua fruibilità negli anni futuri. Purtroppo, in Italia, abbiamo un elenco lungo di strutture sportive realizzate e ormai in disuso. Questo bando dimostra che si può andare in direzione opposta e premiare la programmazione e l'efficienza». 

Saranno tre le linee di finanziamento previste dal bando, sulla base dei criteri approvati lo scorso 6 novembre dalla Giunta, con un contributo a partire da 50mila euro a fronte di una spesa ammissibile pari almeno a 100mila, e fino a 250mila euro con una spesa ammissibile di 500mila. Le domande potranno essere presentate dalle ore 10 del 25 febbraio alle 16 del 25 marzo attraverso l'applicativo informatico messo a disposizione da Regione Lombardia e raggiungibile sul sito web dedicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento