Cronaca

Bangladesh, migliorano le condizioni di padre Piero Parolari

Il missionario ferito in un agguato si è svegliato e ha riconosciuto i suoi confratelli

Il luogo dell'agguato a Dinajpur

Sono rassicuranti le notizie che arrivano dal Bangladesh, dove ieri 18 novembre un missionario lecchese è stato ferito in un agguato: padre Piero Parolari, colpito al collo e alla testa da alcuni proiettili, è fuori pericolo, si è svegliato e riconosce i suoi confratelli missionari.

Dopo l'agguato a Dinajpur, le sue condizioni sono parse subito critiche: i due colpi che lo hanno raggiunto alla testa, infatti, hanno causato una grave emorragia. I medici sono stati in grado di fermare la perdita di sangue, e non appena la situazione è migliorata il missionario è stato trasportato dalla città alla capitale Dacca, 400 chilometri più a sud, dove è ricoverato all'ospedale militare.

Meno di due mesi fa, un altro attentato in Bangladesh ha visto perdere la vita Cesare Tavella, cooperante italiano originario di Ravenna. In quel caso l'attentato è stato rivendicato dall'Isis, ma le autorità bengalesi negano ogni collegamento con il Califfato.

padre piero parolari pime-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bangladesh, migliorano le condizioni di padre Piero Parolari

LeccoToday è in caricamento