menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri con la merce sequestrata a Colico

I carabinieri con la merce sequestrata a Colico

Colico: al bar con cocaina e oltre mille euro in tasca, a casa una serra per coltivare la cannabis. Arrestato giovane pregiudicato

Il 25enne, già noto alle forze dell'ordine, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari

Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Lecco, al alvoro attraverso mirati servizi di osservazione e controllo delle aree ritenute di maggiore interesse.

In tale contesto operativo, dopo l’arresto dei due coniugi eseguito a Calolziocorte il 25 ottobre scorso, i Carabinieri della Stazione di Colico nel pomeriggio di giovedì 31 ottobre 2019, concludendo una mirata attività antidroga svolta nei pressi di un pubblico esercizio posto nel centro cittadino di Colico, hanno tratto in arresto Furio Sala, 25enne residente in paese e già noto alle Forze di Polizia, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti.

Arrestato mentre lavorava al bar: a casa tutto per coltivare la cannabis

Il 25enne è stato sorpreso all’interno dell’esercizio pubblico da lui gestito, mentre svolgeva la sua attività di barista, in possesso di cinque dosi da un grammo di cocaina e della somma di 1.675 euro in contanti, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di sequestrare ulteriori 153 grammi di marijuana, un grammo di hashish, vario materiale idoneo al confezionamento di dosi, un pugnale tipo baionetta e di una serra utilizzata per l'essiccazione e la coltivazione della cannabis, realizzata all’interno di una stanza da letto e dotata di temporizzatori, ventilatori e altro materiale utilizzato per la coltivazione delle piante.

Nel corso dell'operazione è stata rinvenuta e sottoposta a sequestro anche l’ulteriore somma in contanti di 4.670 euro, rinvenuta occultata all’interno di alcuni mobili dell’abitazione e ritenuta provento dell’attività di spaccio. L’arrestato nella mattinata di sabato è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo in seguito al quale il Giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento