menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Basilica di San Nicolò gremita per assistere alla funzione

La Basilica di San Nicolò gremita per assistere alla funzione

Basilica di San Nicolò gremita per la messa funebre in ricordo di Keisi, Sidny e Simona

La Basilica di San Nicolò ha accolto una messa funebre officiata dal vicario episcopale della III zona di Lecco Monsignor Maurizio Rolla per ricordare le bimbe Simona di 13 anni, l'11enne Keisi e la piccola Sidny di quasi 4 anni.

"Questa messa - ha detto Monsignor Rolla - l'abbiamo voluta -perchè siamo vicini alla famiglia. Non era nostro intento invadere il campo di una famiglia di fede mussulmana ma avevamo bisogno di incontrare la comunità cristiana perchè il gesto dell'Eucarestia è dentro di noi una realtà". Monsignor Rolla ha avuto come concelebranti tutti i presbiteri della comunità lecchese.

Fra questi il prevosto Monsignor Cecchin e il parroco di Chiuso dove abitavano le bimbe don Adriano Bertocchi. Tutte le autorità civili e militari del capoluogo sono stati presenti alla cerimonia funebre. Commovente al termine la lettura di uno scritto del papà delle sfortunate vittime. "Il nostro cuore ha un dolore immenso che ci porteremo dentro per tutta la vita - nella lettera- io e la mamma non abbiamo capito quanto vi volevamo bene. Vi chiediamo scusa per avervi tolto da questa vita tutto il vostro futuro. Perdonateci non siamo riusciti a farvi felici. Ci mancate tanto. Vi vogliamo bene e non  so come sarà la nostra vita senza voi senza il vostro sorriso e la gioia".

Al termine della lettura un lungo applauso ha dato conferma della vicinanza della comunità lecchese per questa tragedia e non sono mancate su molti visi le lacrime.

Domani il Sindaco Virginio Brivio presente alla messa ha emesso l'ordinanza di lutto cittadino e a mezzogiorno nelle scuole ci sarà un minuto si silenzio. Le salme delle tre bimbe pruina della partenza per l'Albania sono ospitate alla Casa Sul Pozzo di Padre Angelo Cupini.

La donna che dopo il triplice omicidio ha tentato il suicidio uccise dalla mamma Edlira Dobrushi, la 37enne di origine albanese ora si trova ricoverata al Manzoni dopo aver tentato il suicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento