menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Beato Serafino è entrato nel quotidiano di tutti noi

"Il nostro Beato Serafino è entrato nel quotidiano di tutti noi?. Sì. Lui ci stimola nella Fede e all'amore del Signore".

"Il nostro Beato Serafino è entrato nel quotidiano di tutti noi". Così il cardinale emerito arciscovo di Milano Dionigi Tettamanzi.nel ricordo dell'antico e buon curato di Chiuso don Serafino Morazzone (1773-1822) proclamato beato in Piazza duomo a Milano il 26 Giugno 2011. 

Nel terzo anno di beatificazione la comunità di Santa Maria Assunta di Chiuso ha accolto nella chiesa parrocchiale il cardinale  Tettamanzi. Prima della celebrazione eucaristica il parroco don Adriano Bertocchi ha voluto ringraziare Tettamanzi, che per la circostanza ha rimandato tutti i suoi impegni.

Nella sua omelia il cardinale Tettamanzi ha ricordato la visita a Chiuso del 1956 dell'allora Arcivesco di Milano Montini (diventato poi Papa Paolo VI).

"Nella sua visita di allora - afferma Tettamanzi -   Montini ricordò le doti di Don Serafino. Lui era povero e umile e amava la  sua comunità che a distanza ormai di secoli continua ad essere nel cuore di tutti". Nella chiesa a lui dedicata che si trova sulla SP639, davanti alla sua tomba rimessa a nuovo, ci sono sempre persone del luogo ed anche di passaggio che vi fanno visita.

Tutte nel  sostare in preghiera: una devozione che non è mai venuta meno nel tempo e che anzi la beatificazione ha intensificato. Prima di arrivare nella chiesa parrocchiale il cardinale Tettamanzi ha incontrato nella vicina Casa Sul Pozzo di padre Angelo Cupini i ragazzi che qui hanno modo di potersi esprimere in comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento