menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non si fermò dopo l'incidente a Bellano: denunciato "pirata"

Nei guai 26enne di Olginate Molgora che, con il suo furgone, urtò l'auto di una 28enne: dovrà rispondere di lesioni, omissione di soccorso e fuga a seguito di incidente stradale con feriti

Nella giornata di ieri, mercoledì, i Carabinieri della Stazione di Bellano hanno denunciato in stato di libertà un 26enne, di Olgiate Molgora, per lesioni, omissione di soccorso e fuga a seguito di incidente stradale con feriti.

L'attività d’indagine ha avuto inizio il 2 luglio scorso, quando una 28enne di Bellano, a bordo del suo fuoristrada percorrendoa la SP72, all’altezza della galleria di Morcate - nel comune di Perledo - è stata urtata, nella parte anteriore sul lato del guidatore, da un furgone bianco che aveva invaso la carreggiata proveniendo dall'opposto senso di marcia.

Cclista a terra, senza sensi: indagini per un presunto pirata

Il violento urto ha provocato anche il distacco dello specchietto retrovisore laterale del fuoristrada che, finendo all'interno dell'abitacolo, ha colpito alla testa la ragazza. Nonostante i tentativi di richiamare l'attenzione del conducente dell'altro veicolo coinvolto, il furgone non si è fermato, proseguendo la sua marcia. 

Sul posto sono intervenuti immediatamente i Carabinieri della Stazione di Bellano e i sanitari del 118 che hanno trasportato la malcapitata al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Gravedona, per le cure del caso.

Le indagini dei Carabinieri, condotte anche attraverso l'analisi delle immagini di videosorveglianza installata nel comune di Perledo e le testimonianze dei presenti al momento dei fatti, hanno permesso di individuare il furgone coinvolto nel sinistro e identificarne l’'autista: il giovane dovrà ora rispondere del suo comportamento omissivo che prevede una pena da 1 a 3 anni di reclusione e la sospensione della patente di guida da 1 a 5 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento