menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La biblioteca di Renzo e Lucio

La biblioteca di Renzo e Lucio

"La biblioteca vivente" per comprendere il mondo gay

"La biblioteca vivente" per comprendere il mondo gay lesbico e transessuale è l'iniziativa che si è tenuta oggi, sabato 25 ottobre in piazza XX settembre a Lecco, ed organizzata dall'associazione Renzo e Lucio.

L'associazione Renzo e Lucio di Lecco ha organizzato oggi, sabato 25 ottobre, in piazza XX settembre a Lecco una originale iniziativa chiamata la Biblioteca Vivente, ancora una volta per aiutare a comprendere il mondo gay lesbico e transessuale.

Quattro libri giganti, posti nella piazza, hanno fatto da cornice ad una iniziativa che vuole dare voce alle vicende di uomini e donne omosessuali e transessuali.  Sotto ogni libro gigante i protagonisti della storia che racconteranno in prima persona la loro esistenza.

Portiamo in piazza libri “viventi” che parlano- ci spiegano gli organizzatori dell'associazione Renzo e Lucio - , sorridono e raccontano in prima persona quanto accade nella vita delle persone  omosessuali e transessuali ed in coloro che gli sono vicini, parenti amici e genitori. Oggi qui in piazza un ragazzo ed una ragazza giovani raccontano cosa vuol dire scoprirsi omosessuali oggi nel nostro territorio; due genitori aiutano a capire cosa si vive nel momento in cui in famiglia un figlio ed una figlia rivelano di essere omosessuali, quali paure, quali silenzi, quale cammino si è costretti a fare. Due transessuali spiegano il loro percorso alla ricerca della loro vera identità. Una famiglia arcobaleno, composta da due donne, parlano di loro e del proprio figlio di come cresce con due mamme e come la scuola accompagna il suo percorso. Una coppia omosessuale ci parla del loro matrimonio contratto all’estero e non riconosciuto in Italia".

"La biblioteca vivente - concludono gli organizzatori - ha proprio il compito di far conoscere direttamente le vicende e le persone che le vivono per cercare di rompere il muro di non conoscenza ed i pregiudizi.  I nostri libri saranno in piazza a parlare con chi vuole capire , con chi ama il dialogo e non si chiude nel silenzio e nel giudizio. A volte l’odio e l’intolleranza nascono dai pregiudizi. I pregiudizi nascono dalla non conoscenza. I libri possono servire per far conoscere e comprendere.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento