menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Fondazione Arca cambia le tende con i container al centro di ospitalità del Bione

La richiesta inoltrata alla Prefettura è stata accettata, i lavori avranno luogo tra lunedì 7 e mercoledì 9

La Fondazione Arca, responsabile dell'hub di prima accoglienza immigrati situata al Bione, ritiene necessario sostituire in tempi brevi le tende attualmente presenti con dei container. Le ragioni della decisione sono da ricercarsi nel fatto che il centro dovrà rimanere aperto a lungo, per cui c'è bisogno di strutture più stabili per l'ospitalità di un numero sempre maggiore di stranieri. Inoltre, considerando la probabile diminuzione o cessazione del flusso migratorio nei mesi invernali, i container consentirebbero una più agevole chiusura e riapertura della struttura.

La richiesta è stata inoltrata alla Prefettura che ha dato il suo assenso informale; la conferma verrà data lunedì 7 settembre al rientro del Prefetto Liliana Baccari dalle vacanze. 

La ditta fornitrice effettuerà un sopralluogo già domani, mercoledì 2, presso il campo del Bione, e se tutto va come programmato i container saranno montati e resi operativi nelle 48 ore che intercorrono tra lunedì 7 e mercoledì 9. 

Il costo dell'affitto delle nuove strutture è pari a 8.000 euro, spesa che sarà sostenuta interamente dalla Fondazione Arca, in parte tramite i 30 euro a persona erogati dalla Prefettura, in parte grazie alla propria raccolta fondi. In totale ad essere montati al Bione saranno 21 container, di cui uno principale di 100 metri quadrati adibito all'uso ricreativo e sociale diurno, 17 dormitori da 5 posti letto ciascuno, uno per le docce, uno per la lavanderia e uno con funzione di ufficio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento