menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltella la moglie, aggredisce i figli e fugge: ricercato nella Bergamasca e nel Lecchese

All'origine dell'episodio violento potrebbe esserci una lite coniugale

Ha accoltellato la moglie all'addome e alla gamba, dopodiché ha aggredito i due figli, ferendo la maggiore, 21 anni, al volto con una gionocchiata, e il minore, ventenne, alla mano, mentre il giovane cercava di disarmarlo del coltello.

È accaduto a Bonate Sopra (Bg), all'ora di pranzo di ieri 17 febbraio: la moglie è fuggita in strada, dove l'hanno trovata gli uomini del 118 chiamati nel frattempo, e Massimo Strazzullo, 44 anni, ha cercato di aggredire anche i soccorritori, e in quel momento ha ferito la figlia.

L'uomo, dopo l'aggressione, è salito sull'auto di famiglia ancora sporco di sangue e si è diretto, come riporta l'Eco di Bergamo, a Brembate Sopra, dove ha rapinato una parrucchiera, e successivamente ad Almenno San Bartolomeo, nell'azienda in cui lavora, dove si è ripulito alla bell'e meglio del sangue, senza fornire spiegazioni al titolare. Dopodiché è scomparso nel nulla.

Il 44enne è stato ricercato dalle forze dell'ordine in tutta la provincia di Bergamo e nel Lecchese. Intorno alla mezzanotte, si è ripresentato al lavoro, e lì sono stati chiamati i carabinieri, che hanno fatto scattare le manette ai suoi polsi.

L'episodio di violenza sembra sia partito da una lite fra i due coniugi, ma gli inquirenti potranno scoprire qualcosa di più dalla moglie di Strazzullo, ora ricoverata in ospedale, quando i medici lo consentiranno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento