menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco di Pescarenico: ancora rotto lo scivolo, a presto la riparazione

Il parco sul lungo lago in via Battelo, nel rione di pescarenico, presenta ancora il gioco-scivolo rotto e quindi non utilizzabile dai bimbi.

Sul tema è intervenuto, anche in modo  molto ironico, il consigliere comunale a Lecco FIlippo Boscagli: "Di fronte ai troppi casi segnalati di giochi rotti e parchi gioco inguardabili e inagibili è ora di intervenire. Troppe volte la mistificazione della realtà ha incolpato di incuria e scarsa manutenzione la povera amministrazione comunale quando i criminali erano sotto gli occhi di tutti!! Quei piccoli umani che con i loro 70 cm di altezza pensano di poter salire a loro piacimento su strutture che hanno 10 volte la loro età, consumandone la bellezza architettonica. Quegli spiriti liberi che si credono supereroi con le loro magliette di Spiderman, Thor, Tigrotto o il maiale picassiano PeppaPig, chiari segni di un’ideologia anglosassone di onnipotenza (si salva chiaramente IronMan in quanto emblema del metalmeccanico lecchese)".

"Finalmente a Pescarenico, come evidente dalle immagini allegate, le autorità sono intervenute ed il corpo del reato è sotto sequestro ed al vaglio degli inquirenti come si nota dai nastri di CSI, per colpire finalmente gli autori del crimine commesso contro un oggetto di modernariato dove in modo impudente alcuni pensavano di poter addirittura salire".

"A Rancio e altrove si lamentano che l’erba è alta, siamo alla follia pura, cara mamma che ti lamenti se nessuno taglia l’erba è ovvio che è alta, adesso ci lamentiamo anche delle regole della natura?? A villa Gomez cadono rami di 2 metri sopra i giochi e lì di nuovo a lamentarsi, ma BASTA!! Per non parlare poi della collusione del soggetto mamma con il soggetto bambino, non sarò l’unico ad aver notato che troppo spesso si trovano nello stesso parco nello stesso momento quando succedono queste cose?

"Il pugno di ferro è l’unica soluzione, un DASPO che tenga lontani loro e le loro combriccole dagli attrezzi di arredo del verde pubblico, così finalmente i parchi a costo zero potranno essere adibiti all’unico ruolo cui li abbiamo destinati: barbeque domenicali di mezza lombardia dell’est e toilette per cani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento