menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cagnolina Gemma

La cagnolina Gemma

Besana Brianza, cagnolina muore per un petardo la notte di Capodanno

La cagnetta è corsa incontro alla miccia accesa di un "botto": quando il padrone è riuscito a raggiungerla era troppo tardi

Non è bastata la corsa disperata alla clinica veterinaria per salvare Gemma, cagnolina morta a causa di un petardo nella notte di Capodanno a Besana Brianza (Mb), al confine con la provincia di Lecco.

Poco dopo la mezzanotte, all'interno di uno dei condomini di Villa Raverio, un uomo è sceso in cortile per accendere qualche fontana di luce e festeggiare il nuovo anno con la la famiglia, la figlioletta di 3 anni e Gemma, vivace quadrupede di 6 anni che scodinzolava entusiasta e senza paura. Tutto è andato bene fino a quando qualcuno, dall'altra parte del cortile, ha iniziato a far esplodere dei petardi: al rumore e alla vista della miccia accesa, la cagnetta è corsa incontro al "botto", ed è inevitabilmente rimasta coinvolta nello scoppio.

Quando il padrone è riuscito a raggiungerla, era troppo tardi: «Mi sono permesso di lasciarla senza guinzaglio e questa è stata la mia più grande colpa, ma sapevo che in un condominio così mai nessuno si era permesso fino a ieri di far esplodere colpi mortali ed inutili» ha dichiarato il padrone di Gemma, lasciandosi andare a uno sfogo sul gruppo Facebook cittadino, dove l'accaduto ha destato sconcerto. «In un solo attimo il mio cane è corso nell’altro giardino e appena stavo andando con il mio amico a prenderla abbiamo sentito dei ragazzi che gridavano "scappa, scappa", ma nessuno si avvicinava, e sempre in quell’attimo ho udito un gran botto. Lei era corsa a spegnere il fuoco della miccia accesa e ho visto la scena più tremenda che si potesse vedere».

Immediata la corsa verso la clinica veterinaria notturna di Gerno dove, riporta MonzaToday, Gemma è stata sottoposta a una radiografia e a due rianimazioni. Per lei, però, non c'è stato nulla da fare: è deceduta per emorragia polmonare.

L'amministrazione di Besana non aveva emesso alcuna ordinanza contro i botti di Capodanno e la famiglia, dopo l'accaduto, ha deciso di non sporgere denuncia. Alle rimostranze dell'Enpa, intervenuta sulla questione, il Sindaco ha risposto con una nota: «Ho ritenuto opportuno non emettere un'ordinanza contro i botti che non saremo mai stati in grado di far rispettare», ha affermato il sindaco Sergio Gianni Cazzaniga, che ha comunque sottolineato come sul sito web del Comune fosse stato pubblicato l'invito, il 29 dicembre, a evitare i botti di Capodanno nel rispetto degli animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento