Ragazzina disabile presa in giro da compagni durante video-lezione in Brianza

Grave episodio di bullismo nella vicina provincia di Monza Brianza. Scoperte anche immagini di docenti scaricate da Facebook e diffuse sui telefonini con insulti

Didattica digitale, foto di repertorio.

Una ragazzina disabile bullizzata mentre è in video lezione con i suoi insegnanti e i suoi compagni di scuola. Il grave episodio è accaduto nei giorni scorsi in una classe di scuola secondaria in un grande istituto comprensivo in provincia di Monza e Brianza. I ragazzini, tutti tra i 13 e i 14 anni, erano impegnati in una video lezione di musica. Mentre l’insegnante spiegava loro le note e faceva ascoltare un concerto di Classica, alcuni studenti, con una chat non “ufficiale”, hanno inviato messaggi gravemente offensivi a una loro compagna di classe disabile. 

Leggi qui la notizia riportata da Monza Today

La conversazione ha preso di mira le sue particolari caratteristiche fisiche e la sua sfera intima. A causa del linguaggio violento e scurrile, la giovanissima studentessa di 13 anni è rimasta profondamente turbata e umiliata. Ed è scoppiata a piangere. A scoprire i messaggi e a leggerli è stata la madre, che è corsa subito a scuola per mettere al corrente dei fatti il dirigente scolastico.

Picchiarono un uomo per ritorsione. Denunciati gli 11 bulli che aggredirono il padre della loro vittima

Tra i messaggi sono state trovate anche gravi offese ai professori e agli altri compagni di classe. Ora il dirigente ha iniziato l’iter di valutazione per punire gli abusi. Con le scuole chiuse però è impossibile la sospensione. Gli insegnanti stanno valutando una sanzione pecuniaria e un percorso di recupero educativo.

Tra gli abusi, sono state scoperte anche immagini di docenti scaricate da Facebook e diffuse a centinaia di telefonini pieni di insulti e video girati nel corso delle video lezioni scaricati e poi postati sul web. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo i referenti della legalità degli istituti scolastici brianzoli, le video lezioni potrebbero aver provocato un forte aumento dei casi di cyberbullismo, a causa delle tante ore passate di fronte al computer e agli smartphone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento