menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Lady con Luca, Davide Marroccoli, Debora Masciari e Diana Rigamonti

Da sinistra Lady con Luca, Davide Marroccoli, Debora Masciari e Diana Rigamonti

Abbandonata nel cortile di una casa disabitata: salvata la cagnetta Lady

Pronto intervento delle guardie ecozoofile lecchesi. «Era diventata problematica, ma grazie a una corretta riabilitazione ha potuto trovare in Luca e Benedetta una nuova famiglia»

Era abbandonata nel cortile di una casa disabitata, con gravi disturbi del comportamento. Se nessuno fosse intervenuto per tempo, Lady, una cagnetta di razza pit bull terrier in standard Ukc, con ogni probabilità non ce l'avrebbe fatta.

Oggi, invece, l'animale ha trovato una nuova famiglia che l'amerà e si occuperà di lei, grazie all'intervento delle Guardie ecozoofile di Como e Lecco coordinate da Diana Rigamonti. «Lo scorso gennaio è arrivata una segnalazione rilevante - racconta Debora Masciari, vicecoordinatrice sia del gruppo lecchese sia comasco - Un cane era abbandonato nel cortile di un'abitazione, con il sospetto che il proprietario non vivesse più lì. Siamo risaliti all'uomo e lo abbiamo contattato. Ci ha detto che da qualche settimana era stato costretto a trasferirsi. Questa situazione aveva creato a Lady gravi problemi, non si riusciva a portarla al guinzaglio ed era ingestibile. Il proprietario ha così deciso di portarla da Davide Marroccoli, istruttore comportamentale fondatore del Metodo Marroccoli, per la necessaria riabilitazione».

Proprio grazie a lui, Lady ha potuto risolvere le problematiche relative all'ansia e alla gestione ell'euforia. «Con questi tipi di cane impegnativi bisogna fare un buon percorso sotto questi aspetti comportamentali - rimarca Debora Masciari - Successivamente Lady ha trovato una nuova famiglia in Luca e Benedetta e venerdì ha trascorso la prima notte in casa con loro. Quando mi ha visto mi ha riconosciuto, riempiendomi di gioia; io penso che anche se sono gocce in mezzo al mare, ogni volta si fa qualcosa per queste pover anime. Ringrazio sempre chi ci invia la segnalazioni, perché nessuno sarebbe arrivato a salvarla».

Il gruppo, nel frattempo, si ingrandisce. «Abbiamo undici tirocinanti fra Lecco e Como che a breve diventeranno guardie ecozoofile - chiosa Masciari - Chi fosse interessato può contattarci, il corso di formazione comincia ogni anno a ottobre».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento