menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, no agli alcolici per Lecco-Piacenza. Confcommercio: "Ordinanza inutile"

La Questura consiglia al Comune la misura restrittiva, ma l'associazione dei commercianti critica: "E i bar della 'Meridiana'?"

Ennesimo polverone sollevatosi tra il comune di Lecco e Confcommercio: l'amministrazione di Palazzo Bovara, ha ascoltato la segnalazione del Questore e ha deciso di vietare la vendita di alcolici in prossimità del "Rigamonti-Ceppi" nella giornata di domenica "per prevenire fenomeni di disordine, rischiosi per la sicurezza pubblica e il degrado urbano e ambientale", vista la prevista folta presenza di tifosi che si recheranno presso lo stadio cittadino per assistere alla partita tra Calcio Lecco e Piacenza.

E' arrivata con sostanziale imminenza la replica dell'associazione dei commercianti lecchesi, che, tramite un comunicato stampa firmato da Marco Caterisano: "Siamo dispiaciuti per l’ennesima volta per la misura restrittiva adottata nei confronti dei pubblici esercizi posizionati nelle vicinanze dello stadio che riguarda il divieto assoluto di somministrare alcolici in occasione della partita Lecco-Piacenza nella giornata di Domenica 24 Aprile - si legge - Non condividiamo in maniera più assoluta, come già ribadito lo scorso anno, che il divieto riguardi solo i pubblici esercizi e come al solito escluda il Centro Commerciale, comodo, vicino e con bar interni, rendendo l’ordinanza completamente inutile. Comprendiamo i problemi legati alla sicurezza pubblica, ma non possiamo condividere che l’ignoranza di questi individui vada a ripercuotersi negativamente anche sulle attività commerciali. Crediamo poi che, a causa dell’indecenza di qualche esaltato che vede una partita di calcio come un campo da battaglia, sarebbe preferibile giocare le partite a porte chiuse al posto di dare fastidio a chi lavora e di avere tanto dispendio economico di soldi pubblici per le forze dell’ordine occupate nel cercare di arginare questo fenomeno."

Due idee sulla sicurezza agli antipodi, che riportano alla luce i rapporti ai ferri corti tra le due entità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento