"Stregata" dal canto delle cocorite: ritrovata la calopsita Aria

Il volatile era scomparso, gettando nel panico la padroncina Ardesia. Un ragazzo di Calco l'ha rinvenuto insieme alle sue cocorite, ha visto l'appello sul web e l'ha riportato a casa

La calopsita Aria è tornata a casa

Tutti lo avevano sperato. Avevano sognato che la piccola Aria tornasse a casa dai propri padroni e da Ardesia, la bambina che l'ha allevata a mano con grande amore. La razionalità, invece, suggeriva che le chance fossero ben poche. Fortunatamente non è andata così, per una volta il naturale evolversi delle cose ha sorpreso tutti. In positivo.

Aria, bellissimo esemplare femmina di calopsita (un uccello della famiglia dei Cacatuidi, unica specie appartenente al genere Nymphicus) di circa un anno, è tornato a casa. L'uccellino, scomparso da giorni, si era assentato "stregato" dai canti di alcune cocorite di un ragazzo di Calco, perdendo poi l'orientamento. Federica Tripicchio, padrona di Aria, in serata ci ha fornito la bella notizia, spiegando l'accaduto.

Ritrovata la cagnolina Pritty

«È entrata in casa di un ragazzo di calco che ha delle cocorite, probabilmente attratta dai canti - sono state le sue parole - e lui, vedendola e avendo visto il post su Facebook, ha chiamato e ce l'ha portata a casa. Ardesia non sta nella pelle ringrazia uno a uno tutti quelli che si sono interessati».

La bambina ha ritrovato il suo animale domestico. La paura è passata. Aria, allevata in cattività, non avrebbe avuto chance di sopravvivenza se non fosse stata ritrovata, in quanto impossibilitata a procacciarsi il cibo da sola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gatto Sweety, "scampagnata" da Abbadia a Lecco

L'appello lanciato sui social, cui ha contribuito anche la redazione di Lecco Today, ha funzionato, come accaduto più volte in passato. Ritrovare un animale scomparso, grazie al tam-tam del web, è possibile; bastano un po' di buona volontà e amore verso il prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento