Aggredita da due donne, 32 enne finisce in ospedale. Probabili motivi di gelosia

I fatti in un locale di corso Dante nella tarda serata di ieri. A colpire sarebbero state due sudamericane. Indagano i carabinieri

Il vetro del bar spaccato a seguito dell’azione violenta. La 32enne è stata trasportata con l'ambulanza in Pronto soccorso a Lecco.

Una 32enne è stata ricoverata in ospedale dopo essere stata picchiata da altre due donne. L’aggressione è avvenuta nella tarda serata di ieri, giovedì, a Calolziocorte: dietro i motivi dell’azione violenta ci sarebbe la gelosia. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Lecco e del Comando di Calolzio. I fatti sono avvenuti poco prima delle 23 in un bar di Corso Dante, oggi chiuso al pubblico e con alcune vetrate rotte. Qui la 32 enne sarebbe stata raggiunta da altre due donne, sembra di nazionalità sudamericana, fuggite subito dopo il blitz “punitivo”.

Affidata la Perizia psichiatrica a carico dell'aggressore delle due donne in stazione

L’allarme al 118 è scattato alle 22.55 e sul posto è arrivata un’ambulanza della Croce rossa di Lecco oltre ai militari che hanno raccolte le testimonianze delle persone presenti. Dopo un’iniziale allerta in codice giallo, la paziente è stata trasportata in ambulanza in Pronto Soccorso a Lecco in codice verde. Sembra che la 32enne abbia riportato una ferita al volto all’altezza dell’orecchio, con perdita di sangue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul Legnone: scomparso stimato professore di Chimica dell'Università Bicocca

  • Coronavirus: quarantasette casi in Lombardia, morta una donna. Università chiuse fino a marzo. Due casi nel Milanese

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

  • Doppio furto all'interno del centro commerciale: fermato giovane pregiudicato

  • Autovelox mobili sulla Statale 36: ecco quando sono in programma i controlli

Torna su
LeccoToday è in caricamento