Cronaca

Calolzio, dopo l'aggressione la Lega chiede le ronde

Il comunicato di Flavio Nogara, segretario provinciale Lega Lombarda

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Gravissimo il fatto successo ieri a Calolziocorte, e gravissimo il fatto che sono ormai purtroppo all'ordine del giorno anche nella nostra provincia fatti di cronaca del genere, ma non dobbiamo assolutamente abituarci e non dobbiamo assolutamente considerarli normali. Per questo si chiedono maggiori interventi sulla sicurezza sul nostro territorio con vigilanza anche appiedata, più telecamere e renderle funzionanti dove il comune ha speso soldi per posizionarle ma sono mai state attivate, e massima attenzione nelle scuole, non solo a Calolziocorte dove andare in stazione, nei parchi o in giro dopo una certa ora c'è da aver paura e non sembra neppure di essere in Italia, qui in termini di sicurezza non si sta proprio facendo nulla, ma in tutta la provincia, Lecco compreso, dove tra il Bione, la stazione e i parcheggi in termini di sicurezza e vivibilità siamo allo squallore.

Più vigilanza perchè troppo spesso i comuni sembra non siano in grado di creare una rete di coordinamento tra di loro e con tutte le forze dell'ordine per un presidio totale del territorio e quasi mai si vede un controllo appiedato. Comprendo purtroppo che le forze dell'ordine, alle quali va il nostro plauso per il lavoro che svolgono quotidianamente con responsabilità e passione, per colpa dei continui tagli del Governo Renzi si adoperano al 150% ma sono dotate di risorse sempre più ridotte e non possono avere il dono dell'ubiquità. Sta di fatto però che sul territorio si vede troppa gente bighellonare tutto il giorno tra richiedenti asilo e non. Le amministrazioni comunali devono sapere chi è questa gente che occupa il nostro territorio e sembra non abbia nulla da fare tutto il giorno. È quindi giunto il momento anche sul nostro territorio di creare un servizio di Ronde di quartiere, degli osservatori volontari che presidiano il territorio e che possano tempestivamente segnalare alle autorità competenti fatti o persone sospette per cercare di evitare fatti come quello di ieri, ma anche i furti in continuo aumento, ed altro ancora. Ma devono essere i comuni a creare e coordinare questi gruppi. È fondamentale anche per questo motivo il voto alle prossime amministrative nei nostri comuni che vanno al rinnovo, perchè dove c'è un nostro sindaco o dei nostri componenti all'interno delle liste c’è una garanzia riguardo all'impegno sulla sicurezza, con un sindaco di sinistra continuerà un'amministrazione buonista sulla pelle dei cittadini.

Attenzione nelle scuole da parte di dirigenti ed insegnanti, perché queste rappresentano il primo presidio dov'è possibile individuare casi difficili e per quanto possibile intervenire per evitare che i giovani seguano esempi negativi e si portino sulla brutta strada che con il passare degli anni può evolversi dal bullismo, alla violenza, al furto e peggio ancora…

Anche per questo è assurdo ragionare solo economicamente quando si affronta il tema scuola. Togliere dalle zone collinari, montane e di quartiere la scuola, a volte unico presidio pubblico, vuol dire lasciare queste zone allo sbando, prede della delinquenza, terreni fertili per la ghettizzazione di gruppi di extracomunitari, che già di per sè per tradizioni, usi e mentalità concepiscono e affrontano la vita con principi e valori a volte totalmente diversi dai nostri e a volte totalmente contrari ai nostri.

Cosa possiamo fare noi? Quando vediamo o subiamo violenze di ogni tipo, fisiche o verbali che siano, denunciamole, a qualsiasi età, e i genitori parlino con i propri figli e gli facciano capire perchè è importante non mantenere il silenzio quando vedono atti di bullismo e altro, perchè con il silenzio ci si rende responsabili e colpevoli e il silenzio a volte può addirittura uccidere! Cos'altro possiamo fare noi? Alle prossime amministrative votare i sindaci indicati dalla Lega Nord: una certezza per la sicurezza e la vivibilità dei nostri comuni!

Il Segretario Provinciale di Lecco Lega Nord – Lega Lombarda
Flavio Nogara

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calolzio, dopo l'aggressione la Lega chiede le ronde

LeccoToday è in caricamento