Calolzio tra i comuni più colpiti dal covid, «Grazie a chi ha aiutato la popolazione»

L'Amministrazione ha ricordato l'impegno profuso durante l'emergenza. Il virus ha provocato 29 vittime, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno 58 morti in più. Tra gli aiuti economici il rinvio della Tassa Rifiuti, con la seconda rata cancellata ai commercianti

La conferenza stampa di questa mattina nella sala consigliare del Comune di Calolziocorte.

Calolziocorte è stato uno dei comuni più colpiti dal coronavirus nel territorio lecchese. Anche i dati illustrati questa mattina in una conferenza stampa organizzata dall'Amministrazione per fare il punto sui cinque mesi dell'emergenza sanitaria e per parlare delle iniziative messe in campo per sostenere cittadini e attività economiche, parlano chiaro.

I dati legati alla pandemia in città

Le persone che da febbraio a giugno hanno perso la vita a causa del covid 19 sono state 29, 15 delle quali over 80. I contagiati sono stati 157, di questi 16 sono ancora positivi al tampone. Circa 200 gli uomini e le donne sottoposti a quarantena. Ma l'incubo sembra essere ormai alle spalle, da qualche settimana la situazione è ormai sotto controllo e negli ultimi giorni si sono registrati solo due nuovi casi.

I dati sono stati illustrati dal sindaco Marco Ghezzi e da alcuni componenti della sua Amministrazione, ricordando anche un altro numero molto significativo e comunque preoccupante: rispetto agli stessi cinque mesi dello scorso anno, nel 2020 le persone decedute sono state ben 58 in più. Appare dunque probabile che ci siano stati diversi casi non rientrati nel conteggio ufficiale. 

Il sindaco Ghezzi e gli assessori: «Molte le iniziative messe in campo durante l'emergenza»

«A fronte di questa emergenza sanitaria che ha colpito duramente la nostra città ci siamo subito attivati cercando di prestare il massimo aiuto e la migliore assistenza possibile alla popolazione, anche grazie al prezioso sostegno di associazioni, Protezione civile, "macchina comunale" e negozianti - ha sottolineato il sindaco Ghezzi - A chi ha operato in prima persona o da dietro le quinte va il nostro più sincero ringraziamento. Molte le attività portate avanti durante il lockdown, dalla consegna di oltre 18.000 mascherine ai pasti a domicilio, fino agli aiuti economici alle famiglie meno abbienti. Ora siamo impegnati a mettere in campo una serie di misure soprattutto economiche, con sconti e rinvii delle imposte locali per sostenere cittadini, commercianti e attività in questa delicata fase economica».

Presenti nella sala consigliare del municipio per la conferenza stampa anche il vicesindaco Aldo Valsecchi, gli assessori Dario Gandolfi (Opere pubbliche), Tina Balossi (Servizi sociali), Cristina Valsecchi (Protezione civile) e il consigliere comunale con delega alla scuola, Fabio Mastroberardino. Nei prossimi giorni verranno definite e ufficializzate anche alcune misure in vista della delicata ripresa delle lezioni a settembre.

L'impegno durante il lockdown

Tina Balossi ha quindi fatto presente che anche quest'anno è stato attivato in sicurezza il Cre estivo con un costo per il Comune pari a oltre 34.000 Euro rispetto ai 6.000 del passato, ricordando inoltre alcune delle misure attivate durante il lockdown: «In primis l'attivazione di due numeri di telefono dedicati all'emergenza, poi l'iniziativa "La spesa te la portiamo noi" (stanziati 18.800 euro per l'acquisto di derrate alimentari), l'attivazione di una rete con la Caritas e l'associazione Spazio Condiviso, l'apertura del conto corrente "Donazione di solidarietà", il servizio di consegna farmacia a domicilio tramite la Protezione civile».

E proprio la collega Cristina Valsecchi ha voluto ringraziare i volontari guidati da Sonia Mazzoleni, sottolineando l'impegno 24 ore su 24 per 7 giorni su 7 del settore da lei guidato: «Numerose le mascherine distribuite, senza dimenticare la consegna di oltre 200 pacchi alimentari alle persone anziane, il presidio al mercato, all'Ats, all'ecocentro e più in generale il controllo del territorio».

Sconti della Tari anche per le utenze domestiche

Il sindaco ha quindi illustrato le misure finanziarie decise per sostenere famiglie e negozianti in questa delicatissima fase di ripresa economica. Come noto l'Imu è stata prorogata al 30 settembre. La novità più importante riguarda ora la Tassa Rifiuti: la scadenza della prima rata slitterà al 2 dicembre, mentre la seconda al 31 gennaio 2020. Questo per tutti, cittadini e attività economiche. Commercianti ed esercenti (eccetto qualche caso specificio come i supermercati) verranno esentati dal pagamento della seconda rata della Tari. Ci sarà inoltre uno sconto per le utenze domestiche che oscillerà tra il 10% e il 5% dell'imposta in base alla metratura dell'abitazione e al numero dei componenti famigliari. Verranno esclusi dallo sconto solo i single residenti in case di almeno 200 metri quadrati.

Molti introiti in meno per le casse comunali, la difficoltà di far quadrare i conti

«Per le casse comunali si tratta di un onere importante, ma, per quanto nelle nostre possibilità, abbiamo deciso di fare il massimo per aiutare le attività locali e i cittadini - ha spiegato Ghezzi - Con questo "sconto" della Tassa Rifiuti incasseremo 240.000 euro in meno. Questa cifra si somma ad altre come il calo di circa 150.000 dall'addizonale Irpef, 20.000 euro in meno dai parcheggi, oltre a parte dell'Imu e ad altre voci ancora». La stima totale dei minori introiti nelle casse comunali per quest'anno oscilla tra i 700.000 e i 900.000 euro.

L'Amministrazione calolziese recupererà i fondi da altri voci del bilancio, tra disavanzo, Ausm, limitazione dei costi e aiuti dallo Stato. Al momento dal Governo sono stati stanziati per il Comune di Calolzio 120.000 Euro, ma ne sono previsti altri 240.000. Non sarà dunque facile far quadrare i conti, ma intanto si cercherà di dare un po' di sollievo alle tasche dei calolziesi, soprattutto per quanto riguarda il tessuto socio economico. Da segnalare in merito lo sconto della Tosap (sempre su indicazione governativa) per baristi e ristoratori per sistemare all'esterno dei propri locali tavolini e sedie per richiamare più clienti. All'iniziativa hanno al momento aderito cinque esercenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sotto, altre immagini del sindaco Ghezzi e degli assessori intervenuti alla conferenza stampa di oggi in municipio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Dove gustare un buon aperitivo a Lecco

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Carabinieri in forze ed elicottero nei cieli di Calolzio, serrate ricerche per trovare il presunto omicida di Olginate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento