Individuato l'uomo che punta i pedoni con l'auto come in un "folle gioco"

Abita a Calolzio, città dove stava seminando il panico da qualche giorno: la Polizia locale lo ha raggiunto questa mattina. Per lui è scattata una misura sanitaria restrittiva

L'uomo è stato individuato grazie alla indagini dei Carabinieri e della Polizia locale di Calolziocorte (foto di repertorio).

Sono bastate meno di 48 ore di indagini da parte di Polizia locale e Carabinieri per individuare l'uomo che alla guida di un'auto bianca ha seminato nei giorni scorsi il panico a Calolziocorte cercando di investire pedoni e dribblare auto. Una sorta di folle e pericolossimo gioco nel quale sarebbe rimasta ferita anche una donna nel tentativo di evitare il veicolo che l'aveva puntata. Grazie alle verifiche delle immagini riprese dalle telecamere e alle testimonianze raccolte, le forze dell'ordine hanno stretto il cerchio già ieri pomeriggio. Questa mattina il comandante Andrea Gavazzi e altri agenti della Polizia locale di Calolzio hanno raggiunto il responsabile, un uomo di mezza età con seri problemi personali, residente in città. Al momento a carico del responsabile è stato prediposto un ASO, una sorta di Trattamento Sanitario Obbligatorio che permetterà di tenere l'uomo sotto stretto controllo medico ed evitare che possa rimettersi alla guida e creare ulteriori pericoli ai passanti e agli automobilisti. Di fatto alla Polizia locale di Calolzio sarebbero giunte solo segnalazioni e non denunce formali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore Caremi: «Grazie alle forze dell'ordine per il lavoro svolto e ai cittadini per le segnazioni» 

«Oggi è stato individuato l'autore di quelle folli e pericolosissime bravate in auto segnalate sui social - conferma Luca Caremi, assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale di Calolziocorte - Si tratta di una persona con una serie di problemi personali importanti. La Polizia locale ha agito in concorso con l'Autorità sanitaria per poter intervenire a tutela della cittadinanza e anche del diretto interessato. È così scattata, tramite ordinanza, una misura sanitaria restrittiva e preventiva anche in accordo con il medico curante, tecnicamente un ASO. Di fatto non ci sono state denunce a suo carico, ma solo segnalazioni. Vorrei pubblicamente ringraziare il comandante Gavazzi, gli agenti del Comando di Polizia locale di Calolzio e i Carabinieri per il lavoro svolto. Un grazie - conclude Caremi - va anche a quei cittadini che hanno aiutato le forze dell'ordine fornendo elementi utili all'individuazione del responsabile: segnalazioni, testimonianze e anche una foto dell'auto bianca in questione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Auto sfonda il guard rail e precipita da uno dei tornanti della vecchia Lecco-Ballabio

  • Covid-19: tamponi in ospedale, code fuori dalla hall e attesa fino a più di due ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento