menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Calolziesi rispettosi delle regole negli scorsi mesi di restrizioni anti-Covid»

Luca Caremi, assessore alla Polizia locale, ha illustrato i dati relativi ai controlli sul territorio: «Durante il primo lockdown 28 sanzioni e 5 denunce, nell'ultimo periodo di zona rossa 4 contravvenzioni in tutto. In un'annata difficile c'è stata attenzione»

«In generale i calolziesi sono stati rispettosi delle regole nel lockdown di marzo e aprile e durante la recente zona rossa regionale. Li ringraziamo per la collaborazione in un'annata decisamente complicata». Luca Caremi, assessore alla Polizia locale e ai Trasporti di Calolziocorte, ha commentato con queste parole i dati relativi alle sanzioni elevate in città in questi mesi segnati dall'emergenza Covid.

«Da marzo a maggio sono state elevate 28 contravvenzioni per violazioni del Dpcm, più 5 denunce in particolare nella prima fase in cui gli spostamenti non motivati da reali necessità erano puniti in base a norme di carattere penale - prosegue l'assessore, intervenuto alla conferenza stampa organizzata dall'Amministrazione Ghezzi per fare il punto sulle attività del 2020 e sui prossimi progetti in campo - Nell'ultimo mese e mezzo gli agenti hanno invece elevato in tutto 4 contravvenzioni. Non ci sono stati fatti gravi e anche numericamente si è trattato di episodi contenuti». In dieci mesi di emergenza sono state dunque 37 le violazioni riscontrate e sanzionate dai vigili in città, su una popolazione di oltre 14.000 abitanti.

Caremi 2-2-2

Le restrizioni per il contrasto al Covid continueranno anche nel periodo delle festività, secondo quanto stabilirà il Governo nelle prossime ore. «Anche per il comandante e gli agenti, che hanno lavorato sulle strade e non hanno potuto essere in smartworking per la tipologia dei loro compiti, non è stato un periodo semplice. A loro va il grazie dell'Amministrazione per il lavoro che hanno svolto e stanno svolgendo. Come già annunciato - ricorda quindi Caremi (nella foto) - il 2021 sarà l'anno del trasloco del Comando della Polizia locale nella nuova sede in zona interscambio».

La nuova sala civica di Calolzio è ormai pronta. Poi toccherà al Comando della Polizia locale, trasloco in estate

Il passaggio nella mensa dell'ex Sali di Bario sotto la stazione dovrebbe avvenire in estate, come già illustrato dall'assessore alle Opere pubbiche Dario Gandolfi. La Giunta Ghezzi valuterà poi come riutilizzare i locali dove si trova oggi il Comando, nel retro del municipio. «Altro tema di cui il mio assessorato si occuperà a breve - conclude Caremi - sarà un ulteriore miglioramento del mercato del Lavello, il più apprezzato a livello provinciale, con ottimizzazione degli spazi e creazione di nuovi posteggi nel piazzale strerrato dietro al monastero».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento