menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il comandante Rocco Italiano

Il comandante Rocco Italiano

Carabinieri, celebrato il 201° avversario di fondazione

Il comandante provinciale Rocco Italiano, alla presenza di molte autorità cittadine e non solo, ha tenuto il consueto discorso di fronte al picchetto di militari

I Carabinieri del Comando Provinciale di Lecco hanno celebrato questa mattina la ricorrenza del 201° Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri.
La cerimonia, tenutasi presso la caserma che ospita il Comando Provinciale dell’Arma, situata in corso Carlo Alberto, si è svolta in sobrio stile militare ed ha visto la partecipazione di una rappresentanza dei Carabinieri operanti in provincia, composta da tutti i Comandanti di Stazione, da militari delle Stazioni in uniforme ordinaria, da carabinieri di quartiere, del servizio navale e sciatori-rocciatori.
Dopo la lettura del messaggio indirizzato dal Capo dello Stato al Comandante Generale dell’Arma e dell’ordine del giorno di quest’ultimo ha preso la parola il Comandante Provinciale, Ten. Col. Rocco Italiano, il quale ha rivolto il proprio saluto alle autorità intervenute ed ai militari presenti, che ha elogiato per l’attività svolta nell’anno appena trascorso. 

"Un ringraziamento sentito ai miei uomini - il pensiero di Italiano - per la determinazione, il coraggio e lo spirito di sacrificio col quale portano avanti il loro lavoro. Quella del Carabinieri non è una vita comoda, né per noi né per le famiglie ma i sacrifici vengono ricompensati dal generoso riconoscimento dei cittadini che considerano la nostra attività benemerita".

Il Colonello ha anche svelato alcuni dati, relativi all'attività svolta dal Comando Provinciale tra giugn2014 e maggio2015: i militari sono intervenuti per circa l’85% dei reati, attuando 16mila servizi preventivi che hanno portato al controllo di 47mila persone.

Gli autori di reato sono stati 2676, mentre hanno "sfondato" quota 200 le persone arrestate.

Nel corso della cerimonia sono state infine consegnate le ricompense conferite ai carabinieri del Comando Provinciale di Lecco, distintisi in particolari operazioni di servizio.
I riconoscimenti sono andati ai componenti l’equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Merate, Brig. Vincenzo Di Matteo – attualmente impegnato in missione all’estero – ed App. Gianluca Calì, protagonisti del salvataggio in extremis di un uomo che, in stato di alterazione, aveva tentato di gettarsi nel vuoto dal ponte di Paderno d’Adda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento