Olgiate Molgora, prosegue l'emergenza all'interno della Casa Famiglia: 28 ospiti deceduti

La Rsa è alle prese con una situazione tragica. Il sindaco Bernocco: «Cittadini, vi chiedo di resistere»

La Casa Famiglia di Olgiate Molgora

Si aggrava l'emergenza sanitaria all'interno della Casa Famiglia di Olgiate Molgora. Il conto degli ospiti deceduti all'interno della Rsa è, infatti, salito ulteriormente. A darne notizia è stato il sindaco Giovanni Battista Bernocco: «Da giovedì il numero dei defunti è salito a 28 - ha spiegato il primo cittadino -. Ogni nuova morte di cui vengo informato è motivo di grande tristezza e dolore. Ho avuto modo di incontrare e di conoscere molte delle persone che sono venute a mancare, ognuno di loro aveva vissuto una vita ricchissima e di esempio per tutti noi, anche e soprattutto in questo momento, e la doverosa condivisione dell'informazione sul numero degli scomparsi vorrei che ci aiutasse a fermarci un momento e a pensare a quelle storie, a quelle vite, strappate all'affetto dei loro cari».

Il sindaco ha lanciato ancora un appello alla cittadinanza: «Anche per questo vi chiedo di resistere, di rispettare le disposizioni e di non uscire di casa. A inizio maggio il Governo - mi auguro di concerto con le regioni e i comuni - comunicherà le nuove misure per affrontare l'emergenza. Noi ora dobbiamo stringere i denti, lo dobbiamo anche a chi non è più tra noi. Nei prossimi giorni, in accordo con l'Amministrazione comunale e garantendo le misure di sicurezza, la Rsa permetterà ai famigliari degli ospiti in salute, con accessi programmati e a distanza, di salutare i propri cari. Auspico che questa scelta possa dare un po' di conforto ai nostri anziani».

33 casi positivi a Olgiate Molgora

Bernocco fa il punto della situazione su quanto sta avvenendo entro i confini: «La situazione dei contagi a Olgiate Molgora continua ad essere stazionaria: i casi positivi sono 33, i guariti sono saliti a 12 e le persone in sorveglianza attiva sono 26. I decessi ufficialmente legati al Coronavirus risultano 9, fermo restando che solo 3 delle persone venute a mancare nella casa di riposo sono incluse in questa lista. Comunico che le richieste complessive che abbiamo ricevuto per i buoni spesa sono state, ad oggi, 157. Pochissime sono state quelle che non abbiamo potuto ammettere e la maggior parte dei buoni è già stato consegnato agli aventi diritto. In questi giorni sono arrivate ulteriori domande che saranno vagliate già a partire da lunedì dai nostri uffici».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro appello: «Rinnovo infine il ringraziamento a nome di tutta la comunità ai tanti che hanno deciso di donare sul conto corrente del Comune (IBAN IT19X0503451630000000001403 - causale PRO EMERGENZA COVID-19) o tramite altre modalità per aiutare le famiglie in difficoltà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento