CasaPound omaggia i caduti della Grande Guerra

"Cp Italia è impegnata a ridestare quello stesso spirito che visse nei caduti nella prima Guerra mondiale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Un mazzo di rose o una corona davanti ai monumenti alla Vittoria di 100 città italiane con su la scritta "Risorga l'Italia ricordando la vittoria. Italiani in trincea 15-18". Così CasaPound Italia onora i caduti della Grande Guerra e gli italiani che, in ogni tempo, hanno saputo sacrificare loro stessi per la difesa dell'identità nazionale e dei confini.

"La prima Guerra mondiale è stata un momento fondativo, il primo in cui gli italiani, chiamati a uno sforzo immenso, hanno preso coscienza di essere un popolo. E' a quello spirito che CasaPound Italia si ricollega perchè l'Italia risorga e la vittoria, alimentata dalla fede di chi non si arrende, possa manifestarsi anche in questi tempi oscuri di cialtroneria, egoismo sfrenato e corruzione dilagante", sottolinea il leader di CasaPoung Italia, Gianluca Iannone.

Iannona ricorda che, "a partire dalla manifestazione del 23 maggio a Gorizia, e con una serie di azioni che passano dalla riqualificazione dei tanti monumenti abbandonati al degrado fino alle azioni e ai dibattiti organizzati in tutta Italia, Cpi è impegnata a ridestare quello stesso spirito che visse nei 700mila soldati e nei 600mila civili caduti nella prima Guerra mondiale. Lo stesso spirito di chi, - sottolinea il leader di CasaPound - a Casale San Nicola, rischiando in prima persona, si è schierato in difesa dei diritti degli italiani e per questo è stato arrestato".

Torna su
LeccoToday è in caricamento