rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Casargo / Via Italia, 2

Dopo mesi "covid free", Omicron colpisce anche Casargo. Il sindaco: "Vaccinatevi"

Nel piccolo comune valsassinese i positivi sono 9 e in crescita. Pasquini: "Capisco la stanchezza dopo due anni, ma non possiamo fare altro che rispettare le norme precauzionali per evitare la diffusione del virus"

Anche Casargo non è più "isola felice" sul fronte covid. Dopo mesi con con zero contagi in paese, nelle ultime due settimane nel piccolo comune della Valsassina (825 abitanti) si è registrato un significativo aumento del numero dei positivi. A oggi i casi ufficiali comunicati da Ats e Prefettura e confermati dal sindaco Antonio Pasquini sono 9, con un 1 cittadino in isolamento fiduciario.

"La variante Omicron ha un elevato indice di trasmissibilità e di conseguenza ha portato anche nella nostra provincia all'aumento esponenziale della curva dei contagi - spiega il sindaco - Dopo due anni di convivenza forzata con il virus è comprensibile e fisiologico che in noi tutti alberghi una certa sfiducia e stanchezza, ma non vi è alternativa rispetto al continuare a utilizzare tutte le norme precauzionali per evitare l'ulteriore diffondersi del virus".

Pasquini ricorda anche l'importanza della vaccinazione, il più potente strumento per cercare di limitare l'impatto della pandemia sulla salute dei cittadini e sul sistema sanitario. "Nel ringraziare lo straordinario lavoro della farmacista dottoressa Carmela Leggio e di tutti i volontari che si stanno adoperando per offrire l'importante servizio di vaccinazione presso la nostra farmacia comunale, invito chi non lo avesse già fatto a prenotare la prima dose o a completare il ciclo vaccinale con la dose booster. Al momento il vaccino è l'arma più efficace contro l'insorgere delle gravi complicanze da Covid-19".

"Grazie al personale scolastico"

"Auguro una pronta guarigione a tutti i cittadini positivi e ribadisco la necessità, in queste settimane di picco della curva pandemica, di rispettare tutte le note regole anti-contagio e di mantenere un occhio di riguardo specialmente verso i soggetti potenzialmente più vulnerabili al virus, quali anziani e malati cronici. Il fine ultimo è quello di limitare la circolazione del virus per la salvaguardia della salute di tutti ma anche perché sappiamo che all'aumento dei casi si accompagnano nuove restrizioni e\o chiusure, le quali non sarebbero più sopportabili per la tenuta sociale ed economica. Infine - chiosa Pasquini - il mio pensiero va al mondo della scuola che in questa complicata fase è diviso tra la necessità di assicurare la didattica in presenza, così importante per gli alunni e loro famiglie, e l'aumento dei casi anche nella fascia scolare e tra i più giovani; per questo motivo esprimo gratitudine agli insegnanti e a tutto il personale scolastico della scuola dell'Infanzia e della Primaria di Casargo per il loro quotidiano impegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo mesi "covid free", Omicron colpisce anche Casargo. Il sindaco: "Vaccinatevi"

LeccoToday è in caricamento