menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio - Richard Masoner)

(foto di repertorio - Richard Masoner)

Aggredito da cane e padrone "intoccabile": la denuncia

I fatti a Cassago Brianza. «I Vigili Urbani hanno le mani legate per la parentela del soggetto»

Era a passeggio con i cani, Simone di Cassago Brianza, quando è stato aggredito da un pitbull e, poi, verbalmente, dal padrone. Ora, denuncia. «Il ragazzo è "intoccabile" perchè parente di un membro della Giunta comunale, ma è il momento di intervenire, prima che qualcuno si faccia male».

Il racconto. «Martedì (8 novembre, ndr), verso le 10 di mattina, ero a passeggio con i miei 2 cani di taglia piccola in via Piave a Cassago Brianza - racconta Simone - quando, tutto ad un tratto, mi sono trovato davanti un american pitbull». D'istinto Simone ha preso i cani in braccio, difendendoli da un possibile attacco; «subito dopo il pitbull - spiega, infatti - ha tentato ripetutamente di saltarmi addosso per morsicali».

Il padrone del pitbull si presenta, così, dopo essere stato più volte richiamato. «Mi si presenta un ragazzo e alla mia richiesta di prendere il cane ha iniziato a dirmi di non rompere i cosiddetti e con tono minaccioso mi ha detto di andarmene via, poi ha legato il suo cane ed ha iniziato a prenderlo a calci, fino a che non sono sbucati altri 3 pitbull e allora, senza questionare, me la sono data a gambe».

La vicenda, però, non finisce qui, o meglio, si infittisce. I carabinieri di Cremella - infatti - informano Simone che il giovane è "un personaggio" già noto e parente di un membro della Giunta di Cassago Brianza.

«Io vorrei sapere quando sarà possibile fare qualcosa, perchè informatomi anche presso via Costaiola e dintorni hanno avuto problemi di questo tipo. Ho provato anche a chiamare i Vigili Urbani ed ho avuto un colloquio telefonico con un agente, ho mandato una segnalazione scritta al Comune, ma purtroppo anche loro hanno le mani legate per la parentela del soggetto».

«Ora io mi chiedo, parentele a parte, non mi sembra il caso che un ragazzo con determinati problemi anche di aggressività possa gestire 4/5 cani aggressivi e possa tenerli liberi così e che non si possa fare niente fino a quando non ci scappa un animale morto o un padrone azzannato e purtroppo magari alla soppressione di un animale che è diventato così solo per il comportamento del padrone».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento