menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvini sugli intrusi in casa Celentano: «Non tutti hanno le guardie armate»

«Adesso ne stiamo parlando, perché qualcuno è entrato in una villa. Chi vive in un bilocale a Milano le subisce quotidianamente queste cose»

«Adesso ne stiamo parlando, perché qualcuno è entrato in una villa. Non tutti hanno la fortuna di avere le ville, il parco, le guardie armate, chi vive in un bilocale a Milano le subisce quotidianamente queste cose». Così, Matteo Salvini, il leader della Lega Nord, ha commentato le intrusioni nella villa di Adriano Celentano e Claudia Mori, rese note - sul blog "Il mondo di Adriano" - dal molleggiato.

Una villa, quella di Galbiate, con tanto di personale di sorveglianza e telecamere, che non hanno, però, fermato i malviventi dal mettere in atto "una serie di azioni particolarmente minacciose che ci fanno sospettare che stiano cercando di arrivare a me e a Claudia, sorvegliando i nostri movimenti. Nel caso dovesse accadere qualcosa di ancora più grave, questo è l'antefatto".

Ora, i Carabinieri, in accordo con la Prefettura, hanno disposto un sistema di vigilanza radio collegata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento