menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cernusco, quattro stranieri ubriachi denunciati per rissa sul treno

I "fermi" nella notte, uno era già stato arrestato due giorni fa: il servizio di trasporto dei treni è stato interrotto per ben un'ora. Positivo l'alcool test

Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Merate, unitamente al personale della Stazione Carabinieri di Brivio, hanno denunciato quattro cittadini extracomunitari per i reati di rissa aggravata, interruzione di pubblico servizio e lesioni personali:

  • B.A.A., 23enne cittadino marocchino, in Italia senza fissa dimora, disoccupato, pregiudicato;
  • K.Y., 28enne cittadino marocchino, residente a Cairo Montenotte (SV), disoccupato;
  • R.S., 27enne cittadino marocchino, in Italia senza fissa dimora, disoccupato;
  • A.E., 31enne cittadino nigeriano, residente a Monza, disoccupato.

Durante la notte infatti, verso le ore 00,30, i Carabinieri sono intervenuti, su richiesta del Capotreno del treno Reg. n.10892 di Trenord partito da Milano Centrale e diretto a Lecco, presso la Stazione Ferroviaria di Cernusco Lombardone, dove era stata segnalata una rissa a bordo del predetto convoglio ferroviario.
Giunti sul luogo, i militari hanno bloccato i quattro stranieri, che ancora cercavano di venire alle mani a causa di una lite, nata per futili motivi, ma determinata verosimilmente anche dallo stato di alterazione psicofisica dei tre marocchini, a cui successivamente è stato infatti riscontrato un tasso alcolemico superiore a 1,5 mg/l. L’episodio e la conseguente indispensabile attività dei carabinieri ha di fatto costretto il capotreno ad arrestare il convoglio per quasi un’ora sul secondo binario della stazione di Cernusco Lombardone, tempo necessario per sedare gli animi dei contendenti, ricostruire sommariamente i fatti e far intervenire alcune autoambulanze, per mezzo delle quali i quattro extracomunitari sono stati trasferiti presso il Pronto Soccorso degli Ospedali di Lecco e Merate. A tutti i protagonisti sono state alla fine refertate lesioni giudicate guaribili da 6 a 10 giorni.

Ricostruito l’accaduto e completate le procedure di identificazione e fotosegnalamento dei quattro stranieri, i Carabinieri hanno quindi proceduto, su precise indicazioni dell’Autorità Giudiziaria di Lecco, a deferirli in stato di libertà per i reati precedentemente menzionati.
Una curiosità: nel corso degli accertamenti è emerso che il menzionato B.A.A. è lo stesso straniero arrestato appena due giorni fa dalla Polizia Ferroviaria di Lecco per essersi reso responsabile della rapina di un telefono cellulare ai danni di una minorenne. Per tale motivo il Tribunale di Lecco, giovedì scorso, lo aveva condannato ad un anno e 6 mesi, con pena sospesa. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento