menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiesa gremita per l'addio a Pigi Villa: «Sei stato una colonna per la tua famiglia e un esempio di vera amicizia»

Una folla commossa si è stretta attorno ai parenti del 45enne calolziese morto in moto. Il ricordo delle sorelle distrutte dalle lacrime, la sentita omelia di don Matteo, il cordoglio dei tantissimi amici

«Pier Luigi è stato un punto di riferimento per la sua famiglia, un esempio di autentica amicizia per molte persone che gli volevano bene. Nella sua esistenza ha saputo dimostrare il valore dei legami più veri. In questo momento di dolore ci sono tante domande alle quali non sappiamo dare risposta, dobbiamo solo affidarci alla fede in Dio e capire che nella vita non bisogna affannarsi per ogni cosa, ma dare spazio a ciò che conta davvero».

Sono alcune delle parole più significative pronunciate da don Matteo Bartoli, coadiutore dell'oratorio di Calolzio, durante i funerali di Pier Luigi Villa, il 45enne morto in un tragico incidente in moto domenica pomeriggio mentre viaggiava lungo la Lecco-Bergamo a Monte Marenzo. In tantissimi questa mattina gli hanno tributato l'ultimo commosso saluto stringendosi attorno alla mamma Luisa, al papà Nino, alle sorelle Manuela e Bianca, ai cognati Adriano e Luca, agli zii e ai nipoti.

Fatale l'incidente con un'auto, muore motociclista

A loro Pigi - così era conosciuto da tutti - era legatissimo, come ricordato alla fine della messa da Manuela, salita a lato dell'altare insieme alla sorella: «Tu ci sei sempre stato per noi, e ora sarai il nostro angelo custode - ha detto con la voce rotta dalle lacrime - Ringraziamo le tantissime persone che ci sono state vicine in questo momento di dolore. Sapevamo che nostro fratello aveva tanti amici, ma non pansavamo gli volessero così bene. Domenica notte è stato terribile vestire Pier Luigi l'ultima volta. Nella vita bisogna imparare a essere felici, e a ricordarci sempre il valore delle persone care».

Per tantissimi Pier Luigi lo era, a partire dai famigliari per arrivare agli amici con i quali era cresciuto nel vicino oratorio. Con loro si ritrovava anche di recente sulla scalinata del cinema Auditorium o davanti al "piantone" nel piazzale di fronte alla chiesa Arcipresbiterale. Simpatico, disponibile, appassionato di sport (in particolare di basket), Villa era cresciuto con la famiglia nell'abitazione di via Don Luigi Sturzo a Calolzio, da un anno abitava a Cisano e da tempo lavorava come manutentore in un mollificio di Lecco.

Torneo di burraco in memoria della volontaria Monica

A concelebrare i funerali ha voluto essere presente anche don Cristoforo Vescovi, responsabile dell'oratorio fino alla prima metà degli anni Novanta, proprio nel periodo in cui Pigi aveva stretto le amicizie più vere che non l'hanno mai abbandonato e che mai lo dimenticheranno. Proprio don Cristoforo ha letto il passo del Vangelo di Matteo nel quale Gesù parlava così... "Perciò vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito? Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro?...Ora se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede?... Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta"

Subito dopo l'omelia di don Matteo che domenica pomeriggio mentre era diretto in auto verso Palazzago aveva visto i soccorsi in azione nella frazione della Levata. Poco più tardi anche a lui era arrivata la terribile notizia: Pigi non ce l'aveva fatta. «Una persona molto amata, rimarrà nel ricordo di tutti. Pensando a lui restano impresse le parole: legami e amicizia».

Al termine delle esequie il corteo funebre si è quindi diretto al cimitero del Lavello per la sepoltura. Nel luogo dell'incidente uno striscione e un mazzo di fiori per ricordare Pigi e una vita spezzata troppo presto. 

(Pier Luigi "Pigi" Villa, in due foto sotto e nel riquadro in apertura, e il corteo funebre all'uscita della chiesa di Calolzio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento