Clinica Mangioni, c'è una speranza per le ostetriche in esubero

Fragomeli: «Risposta parzialmente positiva alle richieste presentate al Ministero della Salute»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

«Parzialmente positiva la risposta alla mia interrogazione sulla vicenda delle ostetriche della Clinica Mangioni di Lecco che rischiano di rimanere senza posto di lavoro: c'è ancora margine per agire e provare a salvaguardare l'esperienza, la competenza e la professionalità di queste donne».

A pochi giorni dall'ultima Giornata Internazionale delle Ostetriche, Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese del Partito Democratico, rende nota la risposta ricevuta dal Ministero della Salute.

«Tempo fa - spiega Fragomeli - ho presentato un'interrogazione in Commissione Affari Sociali, trasformata poi in Question Time, in merito alla questione degli esuberi seguiti alla decisione di chiudere i Punti nascita del nostro territorio, così come disposto dall'operazione di riorganizzazione dei servizi sanitari a livello regionale».

«La risposta al mio quesito, anche se non risolutiva, ha comunque contribuito a chiarire alcuni punti. In particolare, ha confermato come le competenze della figura professionale dell'ostetrica siano effettivamente quelle indicate nel Decreto ministeriale n. 740 del 14 settembre 1994. Ciò potrebbe permetterci - entro i termini degli accordi di reimpiego di queste lavoratrici - di ipotizzare un loro possibile inserimento in un nuovo ruolo operativo che sia di supporto a tutte quelle attività normalmente svolte all'interno di un reparto ospedaliero di ginecologia».

«La battaglia non è ancora finita - conclude il deputato PD - e posso assicurare che continuerò a sollecitare il Governo su questo tema, anche in relazione al prossimo passaggio alla Camera del Disegno di legge sul riordino delle professioni sanitarie attualmente in discussione al Senato».

Torna su
LeccoToday è in caricamento