menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investimento a Garlate, esposto del Codacons in Procura: «Limite cittadino a 30 km/h»

Dopo l'episodio che qualche settimana fa ha coinvolto una 85enne, l'associazione dei consumatori chiede misure per la sicurezza: «Tutelare incolumità dei pedoni»

Dopo l'ultimo episodio a inizio maggio a Garlate, quando un'anziana fu investita sulle strisce lungo la SP72, il Codacons chiede interventi decisi per la sicurezza. L'incidente, ancora al vaglio dei Carabinieri, era stato causato da una brusca frenata e da un tamponamento fra due auto, con la seconda che inveitabilmente aveva spinto la prima contro l'anziana che attraversava la strada.

«Siamo di fronte purtroppo all'ennesimo caso di investimento in prossimità di strisce pedonali e semafori - scrive il Codacons in una nota ufficiale - È necessario ridurre il limite di velocità, specialmente in tratti pericolosi e frequentati. Fondamentale intervenire al fine di segnalare in modo più efficace gli attraversamenti pedonali. Una possibile soluzione può essere la realizzazione di attraversamenti rialzati o dossi, là dove non si sia già provveduto.

Garlate, anziana investita sulle strisce sulla SP72

«Sul tema la giurisprudenza è costante nell'affermare che nelle vicinanze di un attraversamento pedonale l’automobilista debba usare massima diligenza. Quando ci si trova alla guida bisogna sempre prestare la dovuta attenzione ai pedoni senza limitarsi ad avere cura che nessuno attraversi solo quando ci sono le strisce. Tale principio è stato anche confermato dalla sentenza 26111/2016 della Cassazione, depositata il 23 giugno. I dati emersi, inoltre, denotano una forte emergenza: nel 2018 sulle strade della Lombardia sono morte 140 persone con un aumento del 33% sul 2017 in 123 incidenti, +24%».

Il Codacons, dunque, presenterà un esposto in Procura e nomina di parte offesa. «Nonostante le premesse, i nostri appelli affinché siano introdotti il limite cittadino di 30 km/h e sulla messa in sicurezza delle strade sembrano cadere nel vuoto. Occorre intervenire prontamente per tutelare l’incolumità e la sicurezza dei pedoni che attraversano la strada».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento