Cronaca

Rifiuta di restituire un anello: titolare di "compro oro" denunciato per appropriazione indebita

Alle richieste di restituzione avanzate dalla proprietaria, l'uomo avrebbe prima preso tempo e poi chiesto il 10% del valore dell'anello per riscattarlo.

Potrebbe venire accusato di appropriazione indebita il gestore di un negozio colichese specializzato nella compravendita dell'oro.


Nel 2013, l'uomo, residente in Svizzera e titolare, al tempo, dell'attività a Colico, si sarebbe rifiutato di restituire a una dona l'anello di oro bianco della cui vendita aveva incaricato il gestore del "compro oro".


Sfumato l'affare, lo svizzero avrebbe temporeggiato alle richieste di restituire l'anello, finché non avrebbe chiesto alla donna il 10% del valore dell'anello (valore che, a detta della proprietaria, sarebbe intorno ai 3mila euro).


La donna ha quindi denunciato lo svizzero alla Guardia di finanza per appropriazione indebita: nelle prossime settimane il Gup deciderà se avviare il procedimento nei confronti dell'uomo oppure archiviarlo perché una questione civilistica e non penal, come richiesto dal difensore dell'uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuta di restituire un anello: titolare di "compro oro" denunciato per appropriazione indebita

LeccoToday è in caricamento