menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anche i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire nelle operazioni di soccorso a Erve (foto di repertorio).

Anche i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire nelle operazioni di soccorso a Erve (foto di repertorio).

Colto da malore mentre va alle pozze, 61enne soccorso d'urgenza

L'uomo è stato inizialmente aiutato da due infermieri di passaggio con l'utilizzo del Dae del comune di Erve, poi da altri due volontari della Protezione civile corsi sul posto. Eseguiti oltre venti minuti di massaggio cardiaco

Un uomo di 61 anni è stato trasportato d'urgenza in ospedale dopo essere stato colpito da un arresto cardiaco mentre stava camminando nella zona delle pozze di Erve. Per fortuna in quel momento nella stessa zona montana si trovavano anche due infermieri di passaggio che hanno aiutato l'escursionista iniziando le operazioni di rianimazione con il defibrillatore del Comune di Erve. I fatti si sono verificati poco dopo le 11.30 di oggi, venerdì.

Vigili del Fuoco in azione con l'elicottero per salvare un escursionista e il suo cane

Nel frattempo è scattato l'allarme in codice rosso al 118: sul posto sono presto intervenuti gli uomini del Soccorso Alpino, il nucleo Saf dei Vigili del Fuoco di Lecco, un equipaggio del 118 e l'auto medica. Il 118 ha chiamato anche in Comune per informare le autorità locali dell'emergenza in atto.

Gli uffici municipali hanno così allertato due volontari della Protezione civile, Johann Valsecchi e il vicesindaco Paolo Crespi. I due si sono subito portati sul posto e hanno dato il cambio ai due infermieri nelle manovre di rianimazione. Il massaggio cardiaco è durato oltre venti minuti e proprio l'insistenza degli operatori presenti ha permesso di tenere in vita il paziente. Nel frattempo sono arrivati nel bosco anche i soccorritori del 118 che hanno continuato le attività di rianimazione. Una volta rianimato, il 61enne (stando alle prime notizie si tratterebbe di una persona residente a Monza e avrebbe raggiunto le pozze in compagnia della moglie) è stato quindi trasportato in barella fino all’ambulanza e poi trasferito d'urgenza all’ospedale Manzoni di Lecco. 

Importante è risultata dunque la presenza in zona del Dae, posizionato in paese grazie al Comune e al contributo del locale gruppo Avis oltre all'aiuto fornito dai due infermieri che si trovavano a loro volta nei pressi delle pozze, e dei due volontari ervesi. Va comunque precisato che la ripresa dell'attività cardiaca è avvenuta dopo le ulteriori manovre rianimatorie attuate dal personale medico sanitario giunto sul posto con la chiamata d'emergenza. Le condizioni del 61enne al momento in cui scriviamo restano comunque ancora delicate e in corso di accertamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento