Riforme degli enti locali, Nava: “Avviato percorso di riordino delle autonomie”

Prima seduta della Commissione regionale per le riforme, il Sottosegretario: "Importante eliminare le duplicazioni e fare chiarezza"

Il comitato in riunione

Si è riunito per la prima volta oggi 19 gennaio il comitato per le riforme della Regione Lombardia, istituito con l’obiettivo di riordinare le competenze degli enti.

Alla seduta erano presenti, insieme allo stesso presidente Maroni, anche i presidenti delle Commissioni del Consiglio regionale e i rappresentanti di Unioncamere, Anci e Upl. Con loro anche il Sottosegretario agli enti locali Daniele Nava.

«Si è avviato ufficialmente oggi il percorso di riordino del sistema delle autonomie della Lombardia, che anticipa e accompagna la riforma costituzionale in discussione in questi giorni - commenta il Sottosegretario -  Vogliamo svolgere un confronto ampio e approfondito per individuare il modello migliore per il futuro del nostro territorio, in termini di efficienza e semplificazione per i cittadini, come ha ricordato questa mattina il presidente Roberto Maroni». 

«La riforma costituzionale - prosegue Nava - abolisce le Province, per cui sarà necessario lavorare sulle nuove forme di aggregazione che dovranno necessariamente nascere per gestire servizi e funzioni che finora le stesse Province hanno esercitato e in parte esercitano ancora. E' anche indispensabile agire sul fronte della semplificazione, eliminando le duplicazioni di competenze».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La nostra ipotesi di lavoro - sottolinea Nava - parte dalla suddivisione in aree omogenee. L'intero sistema è da ripensare; per questo è importante il contributo di tutti i rappresentanti degli enti e delle autonomie lombarde, che oggi hanno manifestato unanimemente condivisione e appoggio a questa iniziativa della Regione. Vogliamo raccogliere la sfida delle novità, e per questo avviamo un’azione di riordino del nostro territorio, ragionando in un'ottica complessiva e non frammentaria come ha fatto fino ad oggi il Governo. La legge Delrio ha infatti creato molta confusione negli Enti locali. Ora è necessario fare chiarezza e dare punti di riferimento precisi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro fra moto a Mandello, conseguenze gravi per tre persone

  • Coronavirus, arriva il bonus vacanze: ecco come funziona

  • Settecento persone per l'ultimo saluto a Chiara al "Rigamonti-Ceppi": «Siete ragazzi speciali, ricordatelo»

  • Aria di lago e montagna: Stefan De Vrij e la compagna Doina a spasso sul Monte Barro

  • «Il cerchio si chiude, i pazienti sono rientrati dalla Germania, ma tanti colleghi non riescono a dimenticare»

  • Spacca una bottiglia in testa a un esercente per rapinarlo, poi aggredisce i poliziotti: arrestato

Torna su
LeccoToday è in caricamento