Cronaca

Il Comune di Lecco in prima fila nella XX Giornata in ricordo delle vittime della mafia

L'ex pizzeria Giglio sarà intitolata a Paolo Borsellino e aperta al pubblico sabato 21 marzo

Paolo Borsellino (partecipiamo.it)

Una due giorni promossa da Libera e Avviso pubblico, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Città metropolitana e del Comune di Bologna, dedicata alle vittime della mafia, per non dimenticare.

Il Comune di Lecco, con il consigliere Casto Pattarini, prende parte, nel corso della giornata di oggi, venerdì 20 marzo, ai lavori dell’assemblea nazionale di Avviso pubblico, l’associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare e organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica amministrazione e nei territori governati, una vera e propria rete di comuni, province e regioni, che mettono in atto azioni concrete per la formazione civile contro le mafie.

L’assessore alle Politiche sociali e di sostegno alla famiglia Ivano Donato, prenderà invece parte alle iniziative pensate per la giornata di domani, sabato 21 marzo su tutto il corteo che attraverserà la città di Bologna, guidato dai famigliari delle vittime di mafia. Al rientro da Bologna, con l’assessore Donato, raggiungeranno Lecco la sorella il cognato di Emanuela Loi, poliziotta caduta in servizio nell’attentato al giudice Borsellino, a cui, nel pomeriggio di domani sarà intitolato, e concretamente aperto al pubblico, l’immobile di via Ghislanzoni a Lecco, l’ex pizzeria Giglio, confiscato alla criminalità organizzata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Lecco in prima fila nella XX Giornata in ricordo delle vittime della mafia

LeccoToday è in caricamento