menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il pubblico alla presentazione

Il pubblico alla presentazione

Conciliazione famiglia-lavoro, presentate le iniziative a Confartigianato

Dal bando voucher sociale al bando "Buone prassi" per le aziende: tante le misure intraprese per venire incontro soprattutto alle famiglie

Sono state presentate lo scorso 22 aprile, nella sede di Confartigianato Lecco, le iniziative di conciliazione famiglia-lavoro previste all’interno del progetto provinciale nell’ambito del programma attuato dalla Regione Lombardia in convenzione con il Dipartimento per le Pari opportunità.

Tra il pubblico erano presenti imprenditori, lavoratori e pensionati. Il segretario generale di Confartigianato Lecco, Vittorio Tonini, ha sottolineato come lavorare sui temi della conciliazione significa non solo mettere a punto nuovi strumenti di politica pubblica o aziendale, ma soprattutto prendere atto di come stanno cambiando le dinamiche familiari, e le ripercussioni che quest’evoluzione porta inevitabilmente in ambito lavorativo.

Hanno introdotto il tema Marinella Panzeri e Nadia Piantanida del Comune di Lecco, ente capofila del progetto per l’Alleanza di Lecco, indicando gli obiettivi delle azioni, tra cui lo sviluppo di modelli di welfare aziendale ed interaziendale innovativi, volti a promuovere il benessere lavorativo e sociale della persona e della famiglia.

Anna Grattarola della Fondazione Clerici di Lecco ha illustrato il bando voucher sociale, che mette a disposizione delle famiglie contributi per i servizi alla prima infanzia ed anziani e disabili. La diffusione di questa e delle altre iniziative può contare sul supporto di alcuni sportelli informativi decentrati sul territorio, le cui prossime aperture sono in programma a Lecco il 27 aprile dalle 8.30 alle 13.30 nella sede Confartigianato di via Galilei 1, e il 28 aprile dalle 13.30 alle 17.30 alla Fondazione Clerici di via Baracca 5.

Alle imprese è stato spiegato, a cura di Elena Ghezzi, presidente del gruppo Donne di Confartigianato e Matilde Petracca, responsabile dell’ufficio Formazione dell’associazione, il bando “Buone prassi”, grazie al quale è previsto un contributo economico di mille euro per le aziende che adottino al loro interno procedure di conciliazione famiglia-lavoro, ad esempio flessibilità oraria, supporto allo studio per i figli dei dipendenti, offerta di polizze assicurative e previdenza integrativa, convenzioni per l'acquisto di beni e servizi, iniziative di prevenzione per la salute, realizzazione di attività culturali, eccetera.

Il bando scadrà il 29 maggio, c’è tempo quindi ancora un mese per partecipare. Laura Panizza e Chiara Bianconi dell’associazione Family care hanno poi illustrato un esempio concreto di conciliazione tra il lavoro e la cura di una persona colpita da Alzheimer. Giovanni Mazzoleni, presidente del gruppo Pensionati di Confartigianato, ha concluso l’incontro portando la testimonianza dell’impegno dei pensionati artigiani sui temi del benessere degli anziani. Per maggiori informazioni sulle iniziative, rivolgersi a Confartigianato Lecco, tel. 0341 250200

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento