menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Confcommercio Lecco ha partecipato al terzo incontro nazionale delle Città del Libro

Confcommercio Lecco ha partecipato al terzo incontro nazionale delle Città del Libro

Confcommercio Lecco all'incontro delle Città del Libro

In Sardegna una due giorni di lavori per la promozione della lettura

Anche Confcommercio Lecco, in rappresentanza della manifestazione Leggermente, ha partecipato al terzo incontro nazionale delle Città del Libro, svoltosi a Cagliari il 16 e il 17 maggio. 

Dopo gli appuntamenti di Torino (aprile 2013) e Roma (gennaio 2014), è stata la Sardegna a ospitare quello che sta diventando uno dei principali momenti di riflessione sullo stato del libro, dei festival e della cultura letteraria nel nostro paese. Promosso dal centro per il libro e la lettura e dalla fondazione per il Salone del Libro, la Musica e la Cultura in collaborazione con l’associazione nazionale comuni italiani, voluto e organizzato dal festival Leggendo Metropolitano di Cagliari con il sostegno della fondazione Banco di Sardegna, l’evento ha fornito una occasione di incontro e confronto ai rappresentanti delle decine di manifestazioni riunite nel network delle Città del Libro. 

“La due giorni a cui abbiamo partecipato come Confcommercio Lecco è stata molto utile in quanto ha dato la possibilità agli organizzatori dei vari festival di potersi confrontare e approfondire alcuni temi importanti, da sottoporre al ministero dei beni culturali, al fine di sfruttare al meglio l’opportunità fornita da questa splendida realtà delle Città del Libro, che vede 70 manifestazioni in Italia sviluppare politiche concrete per la diffusione della lettura”.

Il convegno si è aperto venerdì 16 maggio alle 18 presso l’auditorium comunale di piazza Dettori, con i saluti di Massimo Zedda (sindaco della città di Cagliari), Claudia Firino (assessore della regione autonoma della Sardegna alla pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport), Antonello Cabras (presidente fondazione Banco di Sardegna) e l’intervento di Romano Montroni (presidente del centro per il libro e la Lettura) moderati da Gian Arturo Ferrari. 
Gli ospiti hanno presentato il progetto che vede Cagliari candidata nel 2019 a città europea della cultura. Alle ore 19.30 è seguito l’incontro “Europa, cultura, nuove generazioni. Riflessioni di uno psicanalista”, con Luigi Zoja, all’interno del quale si sono approfonditi gli aspetti e le tendenze che le nuove generazioni hanno nei confronti della cultura e in particolare della lettura.  

Sabato 17 maggio, la location scelta per gli eventi è stata la sala conferenze della fondazione Banco di Sardegna. Il primo appuntamento si è tenuto in mattinata con il delegato alla cultura dell’Anci Maurizio Braccialarghe che ha incontrato i sindaci delle Città del Libro. Il rappresentante dell’Anci ha proposto di siglare un patto tra i sindaci e gli organizzatori dei festival al fine di avere un unico linguaggio amministrativo/culturale che possa portare ad avere delle agevolazioni sia negli iter burocratici che nella riduzione di alcune imposte comunali quali l’occupazione del suolo pubblico. 

A seguire, Marino Niola ha proposto una riflessione su “Digito ergo sum. La trasmissione della cultura tra Rete e social media”. In particolare si è soffermato sul linguaggio dei nuovi “nativi digitali”: l’hashtag.  Oliviero Ponte di Pino (Bookcity), Matteo Salvi (BergamoScienze) e Gian Mario Villalta (Pordenonelegge) hanno portato la loro esperienza nella realizzazione dei loro Festival; moderatore Stefano Salis de  Il Sole 24 Ore. 

Successivamente Flavia Cristiano, direttrice del centro per il Libro e la Lettura, con la partecipazione di Luca Fornara e Claudio Giustini dell’istituto poligrafico e zecca dello Stato,  ha presentato il Portale delle Città del Libro, il progetto di piattaforma comune realizzata per mettere a confronto esperienze e modelli organizzativi dei diversi eventi culturali. 

Hanno chiuso la giornata gli interventi del direttore generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d’autore Rossana Rummo e dell’onorevole Francesca Barracciu, sottosegretario di stato al ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento