menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Ex Wall Street e l'erogazione al Lecco Calcio 5 fanno discutere il consiglio comunale di Lecco

Durante la seduta del consiglio comunale di Lecco, tenutosi ieri sera 15 settembre, sono stati affrontati due temi caldi quali l'edificio di via Belfiore "ex Wall Street" ed un prelievo di 29 mila euro dal fondo di riserva del bilancio comunale.

Il primo consiglio comunale di Lecco post feriale, tenutosi ieri sera 15 settembre, ha visto la discussione di due temi molto importanti come l'edificio di via Belfiore "ex Wall Street" ed un prelievo di 29 mila euro dal fondo di riserva del bilancio comunale.

Per quanto riguarda il terreno e l'edificio di via Belfiore chiamato "ex Wall Street" sono entrati,  a  tutti  tutti gli effetti, nel  patrimonio del comune di Lecco.  Dopo il passaggio della proprietà dalla Prefettura al comune  del bene, a suo tempo confiscato alla mafia, avvenuto dopo la conclusione degli atti amministrativi conclusosi lo scorso 17 luglio,  ora la vicenda entra nel suo momento più complicato.

"Ora però occorre che da questo passaggio si passi ai fatti e cioè nella riqualificazione dell'immobile - ha detto il cosinglere Andrea Frigerio della maggioranza Pd - e la volontà dell'amministrazione è quella di ridare questo immobile alla comunità lecchese dopo 20 anni di abbandono".

Il costo per i lavori di ristrutturazione si aggira intorno ai 700 mila euro, Regione Lombardia ha dato disponibilità per un finanziamento di 400 mila euro. Sul tema l’intervento più critico è stato quello del consigliere Sandro Magni (ex Sinista Ecologia Libertà-Rifondazione Comunista) , da poco uscito dalla maggioranza: "Questa iniziativa del passaggio del bene confiscato al Comune è un importante segno di trasparenza, ma sul tema c'è ancora un'importante domanda da farsi: il comune è in grado di far fronte alle spese di  riqualificazione?".

Nella seduta vi è stata anche la comunicazione, da parte della giunta, del prelievo di 27 mila Euro dal fondo riserva del Comune. 12000 Euro sono stati spesi per l'allargamento delle funzioni svolte dal canile e 15 mila erogati all'associazione sportiva Lecco Calcio  5.

Quest'ultimo contributo ha sollevato un vivace dibattito da parte dei consiglieri della minoranza i quali hanno chiesto il motivo per cui questi soldi siano stati dati solo al calcio 5. Il più critico è stato il consigliere della minoranza Giacomo Zamperini. Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale: "Nessuno ci ha detto il perche di questa scelta. Se si danno tutti questi soli ad una societa e non si trovano ottocento euro per sistemare due canestri da basket rotti nel rione di Germanedo qualcosa proprio non va".

Gli risponde Andrea Frigerio, consigliere del Partito Democratico: "Il Lecco Calcio a 5 è una bella realtà cittadina e non avendo strutture dove giocare ha dovuto farlo presso un palezzetto gestito da privati  come il Palartaurus con relativi costi. E se la vogliamo dirla tutta a vedere le partite ci sono più tifosi che al Rigamonti Ceppi, dove gioca il Lecco".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento