rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca Colico / Strada Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga

Statale, il rischio tragedia è alto. La testimonianza: “Auto contromano, abbiamo rischiato di morire tutti”

Nell'Alto Lago sono tanti i casi si veicoli entrati sull'arteria nel senso opposto rispetto a quello di marcia: “Fossimo stati sulla corsia di sinistra saremmo morti tutti perchè non ci sarebbe stato modo di vedere per tempo e di reagire”

L'ennesima tragedia sfiorata, ancora una volta nell'Alto Lago. Un'altra auto, nella tarda serata di domenica 24 ottobre, è stata vista sfrecciare contromano lungo la corsia sud della SS38, nel tratto a scorrimento veloce, all'altezza di Cosio Valtellino. Disarmante il racconto di un sondriese, di ritorno a casa insieme alla consorte e alle loro figlie di 3 anni e di pochi mesi, rimasti illesi dopo aver incrociato il mezzo fuorilegge nei pressi dello svincolo rotatorio, nel punto in cui la carreggiata sopraelevata sta per ridursi ad una sola corsia.

"Erano circa le ore 23 e stavamo viaggiando sulla corsia di destra. Essendoci una curva non ho visto l'auto che sopraggiungeva contromano. Me ne sono accorto solo all'ultimo, quando mi è sfrecciata a fianco nell'altra direzione. Mi sono spaventato moltissimo. Fossimo stati sull'altra corsia saremmo morti tutti perchè non ci sarebbe stato modo di vederla per tempo e di reagire. Di questo ne sono certo" racconta il sondriese decisamente ancora scosso, tanto da definire l'accaduto "un'esperienza traumatizzante e scioccante".

Numerose le segnalazioni giunte alle forze dell'ordine. "Dopo aver visto l'auto viaggiare in senso opposto, ho chiamato il 112 seppur con un po' di ritardo perchè c'erano le gallerie. L'operatore mi ha ringraziato per la segnalazione, dicendomi che ero la quarta persona a telefonare per raccontare l'episodio. Mi ha rassicurato dicendo che gli agenti della stradale erano già all'opera per risolvere il problema ed evitare incidenti" ha aggiunto il padre.

La dinamica

ss38 Cosio 1-2
Il probabile ingresso dell'auto contromano

Con ogni probabilità l'auto deve aver imboccato la strada sbagliata nel punto in cui la carreggiata si allarga (per chi giunge da est, da Morbegno), passando da una a due corsie. È in quel punto che, nonostante la segnaletica orizzontale e verticale, l'auto deve aver mantenuto la sinistra, infilandosi sulla carreggiata sbagliata. Un gravissimo errore che avrebbe potuto rovinare la vita a molte persone.

"Io penso che l'automobilista contromano fosse 'alterato' alla guida. Se abbiamo chiamato in tanti le forze dell'ordine è perchè ha proseguito per un bel pezzo. Da 'lucido' non puoi non renderti contro di essere contromano. Per me andava ad almeno 100 chilometri orari, anche se poi è difficile da dirsi visto che è stato un attimo" ha concluso con una certa rabbia il guidatore sondriese.

Oramai i casi di mezzi contromano sulla nuova SS38 in Bassa Valtellina non si contano più. Nelle ultime tre settimane sono stati quattro i casi segnalati. Quanto successo nella serata di domenica riporta tristemente alla memoria l'incidente mortale del 16 dicembre del 2018. Analoga la tempistica, erano le 22,45 di domenica sera, analoga la dinamica, con un'auto che provenendo da Morbegno sbaglia, imboccando contromano la corsia opposta. Diverso però il finale: allora a morire sul colpo furono sei persone mentre di domenica sera resta soltanto lo spavento di quella che poteva essere una nuova tragedia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale, il rischio tragedia è alto. La testimonianza: “Auto contromano, abbiamo rischiato di morire tutti”

LeccoToday è in caricamento