Coronavirus, il punto: ricoveri ancora in calo, nel Lecchese sedici tamponi con esito positivo

Oltre tredicimila i test eseguiti sul territorio regionale, che hanno confermato il trend che sta continuando a diminuire. 115 milioni per imprese e liberi professionisti

Melania Rizzoli, Assessore a Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia

Dati positivi, a livello lombardo, quelli del 22 aprile, ma ormai le statistiche del contagio nella nostra regione hanno abituato a un andamento costante, in lento e progressivo miglioramento. 

Se i nuovi contagi rimangono comunque tanti, 1.161, cala il numero dei decessi rispetto al dato di martedì ultimi giorni (161 contro 203), conforta ancora il calo sensibile dei ricoverati in terapia intensiva (-34) e negli altri reparti (-113). Si alleggerisce, dunque, la pressione sui presidi ospedalieri lombardi.

A Lecco, dai tamponi effettuati - oltre il doppio rispetto a martedì - risultano sedici nuove positività, per un totale che da inizio epidemia arriva a 2.109.

I casi per provincia con l'aggiornamento rispetto agli ultimi giorni

Bergamo: 10.848 (+60)
ieri: 10.788 (+50)
l'altro ieri: 10.738 (+49)

Brescia: 12.178 (+100)
ieri: 12.078 (+74)
l'altro ieri: 12.004 (+58)

Como: 2.681 (+89)
ieri: 2.592 (+42)
l'altro ieri: 2.550 (+62)

Cremona: 5.706 (+65)
ieri: 5.641 (+150)
l'altro ieri: 5.491 (+74)

Lecco: 2.109 (+16)
ieri: 2.093 (+13)
l'altro ieri: 2.080 (+8)

Lodi: 2.787 (+36)
ieri: 2.751 (+11)
l'altro ieri: 2.740 (+16)

Monza e Brianza: 4.253 (+42)
ieri: 4.211 (+54)
l'altro ieri: 4.157 (+59)

Milano: 17.000 (+480)
ieri: 16.520 (+408)
l'altro ieri: 16.112 (+287) di cui 6.709 (+160) a Milano città

Mantova: 2.977 (+44)
ieri: 2.933 (+20)
l'altro ieri: 2.913 (+8)

Pavia: 3.798 (+93)
ieri: 3705 (+64)
l'altro ieri: 3.641 (+59)

Sondrio: 1.012 (+46)
ieri: 966 (+6)
l'altro ieri: 960 (+4)

Varese: 2.302 (+51)
ieri: 2.251 (+55)
l'altro ieri: 2.196 (+38)

e 1.441 in corso di verifica.

tamponi lombardia coronavirus 22 aprile 2020-3

Contagi odierni e quelli dei giorni precedenti

- i casi positivi sono: 69.092 (+1.161)
ieri: 67.931 (+960)
l'altro ieri: 66.971 (+735)

- i decessi: 12.740 (+161)
ieri: 12.579 (+203)
l'altro ieri: 12.376 (163)

- in terapia intensiva: 817 (-34)
ieri: 851 (-50)
l'altro ieri: 901 (-21)

- i ricoverati non in terapia intensiva: 9.692 (-113)
ieri: 9.805 (-333)
l'altro ieri: 10.138 (-204)

- i tamponi effettuati: 290.699 (+13.502)
ieri: 277.197 (+6.711)
l'altro ieri: 270.486 (+6.631)

tamponi lombardia coronavirus 22 aprile 2020-2

«Piano per la pandemia tenuto segreto?»

«Il governo era al corrente dei rischi della pandemia ma li ha tenuti segreti. L'ha detto il direttore generale del ministero della Sanità, Urbani, parlando di un piano riservato. Sono rivelazioni gravissime: è la verita'? L'Italia e la Lombardia hanno il diritto di sapere. Chiedo chiarimenti al presidente del Consiglio Giuseppe Conte». Lo scrive sulla sua pagina Facebook il Presidente Fontana.

Fontana: «Il nostro sostegno ai Comuni è concreto»

Il Governatore della Lombardia esprime, poi, soddisfazione per le parole espresse da Mauro Guerra, presidente di Anci Lombardia, che ha definito quello garantito dalla Regione Lombardia «un importante sostegno agli investimenti dei Comuni per far ripartire cantieri e lavori». «Il nostro piano per il rilancio economico-produttivo della Lombardia - spiega Fontana - va infatti nella direzione di sostenere i sindaci in un momento davvero difficile. Risorse concrete che potranno essere utilizzate per la realizzazione di opere pubbliche di sviluppo per gli enti locali».

115 milioni per imprese e liberi professionisti

Importanti novità sul fronte del credito per le imprese. Altri due importanti provvedimenti, su proposta dell'assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli e con il concerto dell'assessore al Turismo Lara Magoni, sono stati approvati dalla Giunta di Regione Lombardia a favore delle micro, piccole e medie imprese e dei professionisti. 

Con una dotazione di oltre 115 milioni, le misure rispondono all'esigenza rispondere all'esigenza di liquidità causata dall'emergenza sanitaria ed economica Covid-19. La prima prevede la modifica e l'incremento della dotazione finanziaria della misura 'Credito Adesso', mentre la seconda istituisce 'Credito Adesso Evolution'. 

Le modifiche sostanziali riguardano l'allargamento della platea dei beneficiari (per esempio ristoranti, esercizi commerciali, distributori carburanti, età), la riduzione dell'importo minimo del prestito richiesto, l'abbattimento dei tassi d'interesse e l'allungamento dei tempi di restituzione del finanziamento.

La dotazione finanziaria complessiva per le due misure è di 115.353.000 euro, di questi 9.353.000 di risorse regionali per il Fondo Abbattimento Tassi: 2 milioni per 'Credito Adesso' e 7.353.000 per 'Credito Adesso Evolution'; 106.000.000 per il plafond finanziamenti con risorse Finlombarda e sistema bancario; 39.000.000 per 'Credito Adesso e 67.000.000 sulla nuova linea 'Credito Adesso Evolution'.

Per 'Credito Adesso verrà estesa la platea dei beneficiari. Viene incrementato il contributo in conto interessi dal 2% attuale al 3% per ridurre il pricing dei finanziamenti. Verranno introdotte anche delle modalità per ridurre i tempi delle delibere dei finanziamenti. Per quanto riguarda la nuova linea 'Credito Adesso Evolution' si prevede in aggiunta a 'Credito Adesso' un periodo di preammortamento fino 0 a 24 mesi; un prolungamento della durata del finanziamento, compreso preammortamento che passa da 36 a 72 mesi; un incremento del valore minimo di finanziamento per PMI e MIDCAP ( imprese con più di 250 dipendenti e meno di 3 mila) da 18.000 euro a 100.000 (restando comunque possibile l'accesso per i finanziamenti da 18.000 euro in su sulla linea Credito Adesso); prevista inoltre la possibilità, ove richiesta dai funding partner, di incrementare, su ogni singola operazione, la quota di finanziamento di Finlombarda s.p.a. dall'attuale 40 al 50% a fronte di una riduzione dei tempi di deliberazione dei finanziamenti dagli odierni 40 giorni a 10 giorni. 

Il pacchetto di aiuti per l'economia messo a punto da Regione Lombardia prevede anche 7,5 milioni di euro di controgaranzia su portafogli concessi dai Confidi che hanno come destinatari le piccole e medie imprese e liberi professioni per migliorare l'accesso al credito fino al 100%. 

«Con il coordinamento del presidente Attilio Fontana e il confronto con i protagonisti del Patto per lo Sviluppo e con tutte le associazioni di categoria è emerso con chiarezza che l'esigenza impellente ora per tutto il tessuto produttivo, dalle micro alle grandi imprese, agli artigiani, alle cooperative è la liquidità», ha commentato l'assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli. 

«Per questo abbiamo spostato gran parte delle nostre risorse su questo pacchetto - spiega l'assessore - dimostrando che si può sburocratizzare, essere veloci, abbattere ulteriormente i tassi d'interesse e allungare i tempi di restituzione dei finanziamenti. È il segnale di una strada tracciata che - credo- può essere un esempio da declinare a livello nazionale. La classe politica inverta la rotta e insieme a funzionari e dirigenti vada sempre più nella direzione dello snellimento delle procedure».

«Con queste misure Regione Lombardia dimostra ancora una volta di essere vicina al tessuto produttivo dei territori», commenta l'assessore regionale al Turismo Lara Magoni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Un intervento concreto anche per il sistema ricettivo e la filiera del turismo lombardo: un sostegno economico per tutti coloro che hanno contribuito negli anni a rendere attrattiva la nostra regione, un segnale forte di speranza in modo da salvare le proprie attività e programmare il futuro. Con la fiducia di costruire insieme, nessuno dovrà essere lasciato solo. La Lombardia - conclude Magoni - come sempre sarà al fianco dei suoi imprenditori per sostenere il turismo, settore nevralgico e più duramente colpito. Con grande determinazione per ripartire più forti di prima».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria a Olginate, morto l'uomo colpito nell'agguato

  • Sparatoria di Olginate, Passoni: «Parenti della vittima in collera, ma serve mantenere la calma»

  • Dove gustare un buon aperitivo a Lecco

  • Agguato a Olginate, esplosi colpi di pistola: uomo in condizioni gravissime

  • Everesting completato! Diciassette ore e quarantuno minuti tra Valmadrera e Pianezzo, l'impresa di Butti e Ciresa

  • Cacciatore colto da malore: elitrasportato a Lecco in gravi condizioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento