Coronavirus, il punto: 197 positività nel Lecchese, cala il numero dei ricoverati in Lombardia. 165 i morti

Il totale dei casi riscontrati da inizio pandemia si avvicina sempre più a quota diecimila

Dato meno confortante nel Lecchese per quanto riguarda i tamponi positivi: oggi, giovedì, sono 197, con un numero di test in linea rispetto a quelli effettuati nei gioorni precedenti. Il totale dei casi tra Lecco e provincia da inizio pandemia ha raggiunto quota 9.456.

Covid-19, la situazione negli ospedali: cresce ancora il numero dei ricoverati, "Manzoni" e "Mandic" vicini ai duecento posti letto occupati

A livello lombardo diminuisce il numero dei ricoverati negli ospedali lombardi (-32), i tamponi effettuati sono 37.595 e 7.453 i nuovi positivi (19,8%). I guariti/dimessi sono 3.791, le persone che hanno perso la vita ben 165.

I dati di oggi, giovedì 19 novembre, in Lombardia

  • i tamponi effettuati: 37.595, totale complessivo: 3.682.509
  • i nuovi casi positivi: 7.453 (di cui 516 ‘debolmente positivi’ e 101 a seguito di test sierologico)
  • i guariti/dimessi totale complessivo: 172.847. (+3.791), di cui 7.351 dimessi e 165.496 guariti
  • in terapia intensiva: 915 (+12)
  • i ricoverati non in terapia intensiva: 8.291 (-32)
  • i decessi, totale complessivo: 20.015 (+165)

I nuovi casi per provincia

  • Milano: 2.928, di cui 1.134 a Milano città;
  • Bergamo: 275;
  • Brescia: 556;
  • Como: 645;
  • Cremona: 227;
  • Lecco: 197;
  • Lodi: 164;
  • Mantova: 184;
  • Monza e Brianza: 873;
  • Pavia: 406;
  • Sondrio: 186;
  • Varese: 657.

«Potrebbe essere l'inizio della discesa»

«Oggi, per la prima volta dal dall'inizio della nuova ondata, il totale dei ricoveri in Lombardia ha un segno negativo (-32)». Lo scrive sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

«Un nuovo piccolo segnale di miglioramento. Potrebbe essere un dato isolato o - prosegue il governatore - l'inizio della discesa, i numeri non sono alti come l'ondata che abbiamo affrontato a marzo, ma i nostri ospedali si stanno occupando con enorme impegno di 8.291 persone ricoverate e 915 pazienti in terapia intensiva. Consolidare il segno 'meno' su questi due numeri - conclude Fontana - è la nostra assoluta priorità: cautela, distanziamento e mascherine».

"Regione Lombardia - in una nota - precisa che in merito alle dichiarazioni rilasciate in serata dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, su quanto comunicato dal ministro Boccia, il governatore, indicando la data del 3 dicembre, si riferiva «non alle misure restrittive, ma ai parametri per la definizione delle fasce»".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

  • Lombardia, Fontana annuncia: «Siamo in zona arancione, a breve la decisione del governo». Cosa cambia

  • Furgone si ribalta all'interno di una galleria: lunghe code sulla Statale 36, chiuso il tratto di Perledo

  • Uomo cade da scala, giovane si lesiona due dita: soccorritori in azione

Torna su
LeccoToday è in caricamento