Coronavirus, il punto: 89 positivi a Lecco, in Lombardia nuovi ricoveri raddoppiati in un giorno

Record di tamponi eseguiti, oltre 36mila, il rapporto con i positivi stabile all'11,3%. Esplodono i ricoveri negli ospedali, 264 in un solo giorno. Alto anche il numero dei guariti

Coronavirus: a Lecco oggi 89 contagi, con un grande numero di tamponi eseguiti. Il totale da inizio pandemia nella nostra provincia sale così a quota 3.734 casi accertati.

In Lombardia sono 4.125 i nuovi positivi con 36.416 tamponi effettuati, per una percentuale pari all'11,3%. Raddoppiano, da martedì, i ricoveri con 253, mentre le terapie intensive sono 11 in più. Da segnalare anche l'alto numero di guariti/dimessi, 519.

«Dati preoccupanti»

«Anche oggi i dati sono preoccupanti ed evidenziano, come purtroppo avevamo previsto, una situazione di criticità generalizzata che deve essere affrontata con l’assoluto rispetto delle regole e grande senso civico».

Così il direttore generale dell'assessorato al Welfare, Marco Trivelli, commenta i dati di oggi. «Il forte incremento dei positivi in rapporto al numero dei tamponi effettuati - prosegue Trivelli - e l'aumento dei ricoveri indicano che la strada delle restrizioni intrapresa è necessaria».

21-ottobre-riepilogo-2

Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

I dati di oggi, 21 ottobre, in Lombardia

  • i tamponi effettuati: 36.416, totale complessivo: 2.575.003
  • i nuovi casi positivi: 4.125 (di cui 231 ‘debolmente positivi’ e 23 a seguito di test sierologico)
  • i guariti/dimessi totale complessivo: 87.591 (+519), di cui 2.094 dimessi e 85.497 guariti
  • in terapia intensiva: 134 (+11)
  • i ricoverati non in terapia intensiva: 1.521 (+253)
  • i decessi, totale complessivo: 17.123 (+20)

I nuovi casi per provincia

  • Milano: 1.858, di cui 753 a Milano città;
  • Bergamo: 112;
  • Brescia: 196;
  • Como: 263;
  • Cremona: 97;
  • Lecco: 89;
  • Lodi: 52;
  • Mantova: 41;
  • Monza e Brianza: 671;
  • Pavia: 242;
  • Sondrio: 31;

Coronavirus: i dati di ieri, 20 ottobre

Riaprono gli ospedali in Fiera e a Bergamo

«Le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo riaprono nei prossimi giorni e garantiranno al sistema lombardo i primi 201 posti letto aggiuntivi di cure intensive, che saranno gradualmente occupati».

Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine della riunione della Giunta che ha varato uno specifico provvedimento in materia, proposto dall'assessore al Welfare, Giulio Gallera. «La situazione epidemiologica attuale in rapida evoluzione - spiega il presidente Fontana - rende necessaria l’adozione di misure organizzative straordinarie per potenziare l'offerta sanitaria di posti letto da destinare all’emergenza-Covid, cercando di garantire contemporaneamente una adeguata assistenza ai pazienti affetti dalle altre patologie”».

L'attivazione delle strutture sanitarie temporanee prevede la collaborazione fra la Fondazione Irccs Ca' Granda Policlinico e la Fondazione Ente Fiera per la realtà di Milano e fra l'Asst Papa Giovanni XXII e l'Ente Fiera per quella di Bergamo, con il coinvolgimento delle Ats di riferimento.

«A Milano vengono, allo stato attuale, attivati i primi 153 posti letto per cure intensive - spiega l'assessore Gallera - suddivisi in 4 moduli da 14 posti, 3 da 16 posti e 7 da 7 posti. A Bergamo invece funzioneranno 4 moduli da 12 posti letto. Queste nuove disponibilità saranno occupate in base allo stato di saturazione dei reparti di terapia intensiva "Covid" degli ospedali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Covid, Lombardia verso l'entrata in "zona gialla": cosa cambia

  • Due incidenti distinti alla stessa ora lungo la Statale 36, deceduto un 56enne

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

Torna su
LeccoToday è in caricamento