menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sabina Baggioli, infermiera dell'ospedale "Manzoni"

Sabina Baggioli, infermiera dell'ospedale "Manzoni"

Coronavirus, pizze regalate alla Rianimazione: «Un gesto che commuove»

Il messaggio postato da Sabina Baggioli, infermiera, ha fatto il giro del web nelle ultime ore

Sono settimane dure a causa dell'emergenza Coronavirus. I presidi ospedalieri sono presi d'assalto dalle persone e gli stessi Reparti sono stati completamente ribaltati per permettere a tutti di avere accesso ai tamponi e alle cure del caso. I veri eroi, in questa fase, sono gli operatori sanitari, che stanno affrontando la fase di crisi facendo turni infiniti per assicurare gli standard di sicurezza richiesti da un momento decisamente complicato.

Ed è una situazione, questa, arrivata anche a chi non è stato costretto ad accedere agli ospedali lecchesi. Lo testimonia il messaggio postato da Sabina Baggioli, infermiera all’ospedale "Manzoni" di Lecco che ha voluto raccontare quanto accaduto nelle scorse ore:

Sono passati dieci giorni o due anni, non capisco, non ricordo. 
Mi guardo allo specchio e mi vedo stanca ed invecchiata.
Ognuno di noi lavora per due o per tre.
Giochiamo fuori casa, posti nuovi o quasi, colleghi nuovi o quasi.
Pochi riposi, non ci sono ferie o permessi, non ci sono figli o compagni.
Dormo male, ho bisogno di aria e son sempre rinchiusa.
Dall'inizio settimana è la prima volta che riusciamo a buttar giù qualcosa nello stomaco per cena.
Ci facciamo portare le pizze, arriva il ragazzo ed esco a prenderle. 
Ho tolto la cuffia e la mascherina, ho i capelli in aria e puzzo di disinfettante.
Il ragazzo dalle pizze mi dice 
-i soldi non servono, mettili pure via, una signora che aspettava le pizze ha sentito che dovevamo consegnare alla Rianimazione e ha voluto pagare lei. Ha detto di ringraziarvi tanto e vi augura buon lavoro-
Ecco una infermiera di Sala Operatoria, ex Neurorianimazione, passata dall'oggi al domani in Corona-Ria, dopo una giornata di merda, spettinata e che puzza di disinfettante, che si commuove con sette pizze in mano davanti a un ragazzo della pizzeria Rida.
Buonanotte combattenti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Fontana: «L'incidenza dei nuovi casi ci porterebbe in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento