Pescate, assembramenti a bordo lago. De Capitani: «Faccio intervenire i carabinieri»

Il sindaco di Pescate ha chiesto l'intervento dei militari per risolvere la situazione, evidentemente in contrasto con le norme emesse dal Governo durante l'ultima settimana

Dante De Capitani, sindaco di Pescate

Giro di vite contro gli irresponsabili a Pescate. A compierla è il sindaca Dante De Capitani, che, preso atto degli assembramenti che si sono verificati sulle sponde del lago, ha chiamato e fatto intervenire i carabinieri per compiere lo sgombero:

Ho chiamato i carabinieri a presidiare le sponde di Pescate non avendo agenti in servizio in questo pomeriggio (sabato 14, ndr). Ci sono ragazzi che, incuranti delle regole, giocano a pallone nel parco "Addio Monti" mettendo a rischio la propria salute e quella degli altri. Ringrazio il maresciallo Bianchini per la sua disponibilità e i cittadini residenti che mi hanno segnalato la situazione. Domani le sponde del lago saranno presidiate anche dalla protezione civile di Pescate.

Ho chiuso tre giorni fa tutti i parchi gioco a lago del paese, ma non è servito visto che adesso si ritrovano nei prati e sulle sponde a lago e fanno assembramenti sulle recinzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento